piccoli-maestri-logo[1]Si sono concluse nei giorni scorsi le attività relative al progetto ‘Piccoli Maestri’ che, per il terzo anno consecutivo, ha coinvolto con ottimi riscontri gli istituti scolastici sanniti.

Nato a Roma nel 2011 da un’idea di Elena Stancanelli, su ispirazione del lavoro di Dave Eggers negli Stati Uniti (826 Valencia) e Nick Hornby a Londra (Il ministero delle storie) e costituitosi poi come omonima associazione diffusa sul territorio nazionale, ‘Piccoli Maestri’ ha unito nel tempo un foltissimo gruppo di scrittori italiani, creando una scuola di lettura, completamente gratuita, indirizzata agli studenti di ogni ordine e grado. Ogni autore che ne fa parte sceglie dunque un libro che non vuole venga perduto, per raccontarlo poi ai ragazzi e provare a trasmettere loro interesse per la pagina scritta.

Nella stagione 2014/15, coordinata come sempre da Anna Lisa De Mercurio, sono stati ben dodici gli incontri tenutisi a Benevento e provincia, sette le scuole partecipanti e otto i testi narrati. Al gruppo originario degli autori (costituito da Elisabetta Landi, Isabella Pedicini e Melania Petriello), si sono aggiunti stavolta Rita Pacilio, che si è occupata di introdurre nelle classi il linguaggio della poesia, Fabrizio Coppola, protagonista -tra gli altri- di un appuntamento che ha tracciato un percorso tra letteratura e canzone d’autore americane (con esecuzione di brani dal vivo) ed Enrico Macioci, scrittore aquilano, ospite nella nostra città per una data dedicata al ‘Moby Dick’ di Melville.

In attesa di novità in preparazione per l’anno venturo, il bilancio per i ‘Piccoli Maestri’ sanniti è quindi sempre più positivo e dimostra quanto siano vincenti le formule che, affiancando il prezioso lavoro quotidiano dei docenti, integrano la formazione dei ragazzi per sollecitarne curiosità e passioni.