botteghiamo-rosso[1]Si è conclusa la prima fase del progetto ‘Botteghiamo’ promossa dalla CNA di Benevento e finanziata dalla Camera di Commercio. Il progetto, realizzato dalla ABC project ( detentore del marchio Botteghiamo), ha coinvolto le imprese di tutto il territorio sannita: botteghe artigiane, negozi di qualità, botteghe storiche, operanti sia nell’artigianato vero e proprio che nel settore agroalimentare.
Le imprese che hanno aderito al progetto sono circa 90, fanno parte delle eccellenze sannite e saranno coinvolte nelle attività di promozione previste: inserimento sulla mappa e guida (completamente realizzata a mano con una tecnica pittorica, detta a ‘volo di uccello’), inserimento nel tour turistico: Botteghiamo In Tour Roma – Benevento – Sorrento e nell’evento conclusivo che si terrà dal 27 al 30 a Palazzo Paolo V di Benevento oltre che nel video promozionale.
Il progetto, secondo il presidente della CNA BN Antonio Catalano, è stata l’occasione per dimostrare come la sinergia fra diversi enti ( CCIAA, Coldiretti, Confesercenti , CIA, CLAAI e CNA) può portare buoni frutti e superare quegli ostacoli che a volte l’individualismo crea. Il progetto ha già ottenuto il patrocinio morale della provincia della città sannita, dell’Ept dell’assessorato alla cultura del comune di Benevento del Polo Mic ( made in Campania) dei Gal Taburno e Titerno. La forte adesione è stata caratterizzata dalla capillare attività di coordinamento fra le diverse associazioni di categoria. Confesercenti ha ritenuto l’iniziativa meritevole di interesse, per Brillante Direttore di Coldiretti Bn, 20 sono le aziende agroalimentari della rete di Campagna Amica della Coldiretti che hanno aderito al progetto ‘Botteghiamo’. La partecipazione a ‘Botteghiamo’ costituisce, secondo Brillante, una buona opportunità non solo per la visibilità che queste aziende potranno ricevere ma anche per conoscere il meglio delle nostre tradizioni, a cominciare, ovviamente, dall’agro-alimentare. Per Claai, ‘Botteghiamo’ è un modo per supportare le piccole e medie imprese sannite in questo momento di crisi con iniziative nuove che hanno mostrato il loro valore in altre realtà come quella della Penisola Sorrentina e Roma capitale.
Per il presidente CNA Bn, Antonio Catalano, ‘Botteghiamo’ è un progetto che attraverso la multicanalità riuscirà a far conoscere in modo più sinergico le eccellenze del Sannio. Perché è solo attraverso una promozione articolata e continuativa, sostiene Catalano, è possibile essere di supporto ai nostri imprenditori che sono i tesorieri delle identità culturali di un’area a vocazione artigianale e agroalimentare. Un momento significativo, grazie al supporto dell’Assessore Raffaele Del Vecchio, sarà l’evento conclusivo a Palazzo Paolo V, luogo di cultura ma anche di aggregazione e vetrina del Sannio. Per Antonio Campese, ‘Botteghiamo’ è una scommessa su cui la CCIAA sta puntando per la rinascita dell’imprenditorialità sannita e l’inserimento nei mercati extralocali, l’artigianato e l’agroalimentare sannita sono le uniche alternative per uscire dal momento di crisi che sta caratterizzando l’economia locale.Per Simona Basili, ideatrice del progetto ‘Botteghiamo’, arrivare nella terra del Sannio  è un bel traguardo che ci consentirà di sviluppare più rapidamente la nostra rete necessaria per sostenere e valorizzare adeguatamente le aziende artigiane che ne fanno parte. Riuscire a creare dei percorsi di qualità legati all’artigianato e all’enogastronomia ci consentirà di offrire anche al mondo del turismo nuove opportunità a beneficio del territorio. Vogliamo sottolineare la magia che trasmettono gli artigiani mentre sono all’opera creando pezzi unici, l’importanza che hanno nel tramandare le loro modalità di lavorazioni (impossibili da sostituire con macchinari moderni) e l’importanza di coinvolgere i giovani affinchè possano essere affascinati dai loro racconti e dalle loro sapienza per avere una continuità nella storia. La bellezza di passeggiare tra i vicoli del centro ammirando artigiani e botteghe storiche con i loro prodotti di qualità e non può essere né sostituita e tantomeno perduta perché è questo il nostro unico vero patrimonio pieno di tradizione e cultura che si può mantenere solo attraverso la loro conoscenza ed esperienza. L’obiettivo è interagire attivamente con artigiani di altri territori creando scambi ed opportunità, coinvolgendo il pubblico e le istituzioni creando degli appuntamenti dedicati che lo renderanno unico e potranno essere un ‘valido e reale’ supporto agli artigiani e le botteghe storiche.