work-life-balanceGiovedì 12 novembre, alle ore 17, presso la Sala Consiliare del Comune di Sant’Angelo a Cupolo, si terrà il convegno dal tema: ‘Donne e work-life balance: conciliare la vita lavorativa e familiare per il benessere psicofisico’. Dopo i saluti del sindaco di Sant’Angelo a Cupolo, Fabrizio D’Orta, interverranno Paola Genito, assessore alla Cultura; Michele Barricella, consigliere comunale e la presidente regionale dell’Ordine degli Psicologi, Antonietta Bozzaotra.

Nel prosieguo, relazioneranno: Maura Luciano, psicologa e psicoterapeuta; Maria Pia Varriale, responsabile Centro ascolto contro le Violenze Uil Benevento; Fioravante Bosco, segretario generale aggiunto Uil Av/Bn; Lorenza Cavuoto, operatrice patronato Ital Uil di Benevento.

“Il termine ‘work-life balance’ – spiega la psicologa Maura Luciano – è un concetto ampio che indica la capacità di bilanciare in modo equilibrato il lavoro, inteso come carriera e ambizione professionale e vita privata. Rappresenta, inoltre, una linea di ricerca che studia, evidenzia e propone alle organizzazioni soluzioni e strumenti per favorire il benessere degli individui che lavorano al loro interno. Il work life balance nasce alla fine degli anni ’70, quando alcune corporation statunitensi di servizi (Oracle, Apple) iniziarono a dotare i loro stabilimenti di company perks: asili nido, lavanderie, palestre. In seguito a questi servizi fisici si affiancarono anche servizi di consulenza finanziaria, psicologica e legati alla vita quotidiana. In Italia – conclude la psicoterapeuta – la sensibilità aziendale in merito alle suddette tematiche è andata aumentando negli ultimi anni, ma è un fenomeno definibile tardivo rispetto al resto d’Europa: Eudaimon, fondata nel 2002, è la prima azienda nel nostro Paese nata per offrire servizi atti a favorire la conciliazione”.