Una prova di forza incredibile. La Miwa Cestistica Benevento ha lasciato tutti di stucco ieri sera in un PalaParente ricco di entusiasmo e che a poco alla volta sta iniziando ad affollarsi come ai bei tempi circa un trentennio o ventennio fa. La formazione del presidente Zullo ha letteralmente schiantato Cava dei Tirreni nel big match della giornata che vedeva di fronte le due capoliste a punteggio pieno del campionato. Quasi imbarazzante l’andamento del match e la lettura del tabellino con i sanniti che nel quarto tempo hanno registrato addirittura un vantaggio di circa 40 punti per chiudere poi il confronto con un eloquente 94-60. Applausi ed entusiasmo per questa squadra che sta scrivendo record su record e che è diventata ormai l’orgoglio non solo degli appassionati di basket, ma di tutti gli sportivi sanniti. Da Requena, Taylor e compagni sta partendo la rinascita di questa disciplina sportiva. Il Benevento ha dimostrato di non avere avversari degni nel girone, almeno per il momento e che farà un campionato a parte. Per completare il quadro di una partita che solo all’inizio, prima del fischio dei due arbitri era incerta, basta pensare che nell’ultimo quarto l’ottimo coach Annecchiarico ha dato spazio a tutti gli elementi della panchina compresi i baby anche per evitare di continuare a infierire sugli avversari. Bella la scena finale con la squadra accomunata a centrocampo a godersi gli applausi del pubblico.

Chapeau a Zullo, Annecchiarico, ai ragazzi…