Visto che siamo ormai entrati nel vivo delle festività, poteva mai mancare una bella tumbulella ? Certo che no. Ed allora cacciate fuori il panariello e le cartelle, preparate i fasul o e scorz’ e mandarino perché dopo una bella girat e na bbella vutat, il numero è  fuori.
 
“Undici….e suricille”.
” Aeee…O di’ ma quann’ maje!
 11 sono i punti di vantaggio del Benevento sulla seconda in classifica”. Undici!!. Proprio comm’ e suricill’ che quando iniziano a correre non li prendi più,  questo Benevento sta diventando imprendibile. At che….chi corr? chi corr? chi corr? di Lapadulliana memoria. E poi 11 sono pure le partite in cui non abbiamo subito gol, così come 11 sono quelli che andando in campo stanno contribuendo a tenere chiusa la saracinesca dalle parti di Montipo’ “.
“22 ….e pazz’ “
“Eh si o zi, chist’ du Benevent’ so’ proprio pazzi. Ma chi se l’aspettava che facessero un campionato così? Ma fossero asciut’ veramente for’ e cap’? In fondo mancano “solo” 22 partite e chist’ so’ già  campioni d’inverno pure se stamm’ ancora in autunno!!. 
“37…o monaco “.
” Noneeeee, 37 sono i punti in classifica. O zi’….ma tu mi sa che sta squadra non la segui troppo. Mi dispiace per te.”
Tralasciando i dialoghi immaginari, abbiamo assistito all’ ennesima prova convincente di una squadra ordinata, cinica, che non da’ mai l’impressione di soffrire ma che al contrario, può pungere in ogni momento. Il neo mister Tramezzani ed il sempre più criticato Spinelli avevano dichiarato battaglia, ma alla fine la strega è risultata…ubriacante anche per loro. Il caciucco è stato mangiato e digerito. 
Quasi quasi sti tre numeri me li vado a giocare a lotto. Magari ci esce pure caccia e soldi in attesa del prossimo week end ,quando ci sarà  il delicatissimo match con i ciociari allenati da Nesta.
Dovesse arrivare un altro risultato positivo, non solo tornerebbe in auge il chi corr precedentemente menzionato, ma stavolta potrebbe scomodarsi anche la Red Bull perche’ è  risaputo che la Red Bull mette le ali.
Daniele Piro/Scugnizzo 69