Di seguito le dichiarazioni del presidente provinciale dell’Us Acli Alessandro Pepe che ha tracciato il bilancio del 2019 e quello progettuale. “Si chiude un altro anno di sport, il terzo sotto la mia presidenza e si apre una nuova stagione. Una stagione che si presenta difficile perchè è quella che porta alle Olimpiadi e quindi anche al nostro congresso, quello che dovrà sancire la mia conferma o la mia definitiva uscita di scena. Un anno diverso, un anno sportivamente strepitoso con tanti successi che sono arrivati, sia a Sport in Tour di Chianciano, sia per la designazione di Benevento come comitato ospitante per il campionato Nazionale di Karate. Un anno che ci ha visto crescere anche nei numeri, dove abbiamo toccato le 70 associazioni e che ha visto ben 15.000 unità tesserarsi a Benevento, che ci ha confermato nei primissimi posti d’Italia come attività. Purtroppo ci sono come ben sapete tutti anche le note dolenti, tralasciando il Valentino Ferrara che ne parlo dopo, mi soffermo sulla difficoltà sempre più marcata di fare sport a Benevento una città che purtroppo non è formata che deve essere preparata ad ospitare eventi, perchè abbiamo degli sportivi che rendono lustro a questa provincia ma a volte non conosciamo nemmeno i loro nomi. Mi rendo conto che il calcio, giustamente la fa da padrone, meno male che è cosi, però non è giusto per chi passa tante ore in palestra, su un campo, su una pista a fare sacrifici come i calciatori non vengano lodati come meritano, abbiamo fatto una coppa nazionale a Benevento non è venuto nessuno… mi spiego meglio, nessun amministratore, nessun giornalista, nessuno che volesse dedicare agli ospiti un giusto tributo, ma che dico non c’era nemmeno un venditore ambulante di panini, per fortuna del supermercato di fronte… Ed allora quando si parla di sport bisogna veramente capire quanto si voglia veramente emergere, perchè potrebbe realizzarsi…
Questione Valentino Ferrara, abbiamo fatto ricorso in autotutela per ottenere il riconoscimento dei punti che non sono stati assegnati, abbiamo presentato delle pezze giustificative per far comprendere che ciò che si chiedeva non era in linea con quanto affermato dal D.Lgs 50/2016 perchè la gara andava affidata in quanto, esso si può annullare solo quando vi sono i rischi di infiltrazioni o che le condizioni siano rischiose per l’amministrazione cosa che per fortuna non ci riguardano entrambe. Nel frattempo abbiamo presentato una richiesta di assegnazione provvisoria del Palazzetto al fine di poter far fare attività a tutte le associazioni che fanno sport… e quando dico tutte mi riferisco proprio a tutte. Ho letto dell’intimazione di sfratto dell’Asd Pallamano Benevento e della chiusura del Palazzetto, dispiacendomi dal punto di vista sportivo ribadisco quanto già detto precedentemente sono favorevole alla cosa perchè non si può più consentire e sostenere questa situazione chi occupa la cosa pubblica deve pagare per lo spazio che usa. Ed anche le minacce di consegnare le squadre al sindaco fatte da due associazioni in particolare è al quanto discutibile perchè sapevano che questa cosa sarebbe accaduta e avrebbero dovuto lavorare alacremente prima affinchè ci fosse il piano B pronto, o quanto meno parlare con il Sindaco per accertarsi che le attività gli fossero garantite tramite un custode incaricato dal Comune. Se avalliamo questa cosa autorizziamo tutti a fare come ognuno vuole, ed allora perchè gli altri dovrebbero pagare per le strutture che hanno in gestione? Poi c’è la Magistratura… e qui preferirei poi parlarne un’altra volta.
Molte persone hanno avuto modo di vedere che l’US ACLI non è solo sport, ma che ci poniamo come ultimo baluardo a difesa delle istanze della popolazione ed è una cosa buffa perchè questa cosa l’ho rimproverata qualche giorno fa nel corso di una riunione ad un incontro dove una sigla simile ma dedicata esclusivamente a questo ancora oggi è inerme e pensa a far convegni sulla costituzione o sulla politica di svolgimento del servizio civile, quindi tanto fumo e niente arrosto lasciando noi, ed altra gente come noi cui avrebbe giovato un aiuto in più.
Cosa aggiungere, l’obiettivo per il 2020 è quello di aggregare ancora più persone, far ancora più attività ed essere sempre più riferimento sia per gli sportivi che per gli svantaggiati di Benevento, faremo ancora attività con le carceri parte a Gennaio il progetto con il DAP e con la Presidenza Nazionale GenerAttore di Sport e di questo ringrazio il vice Presidente Nazionale Antonio Meola e la responsabile del Progetto Laura Bernardini, che grazie a questo formeremo 10 arbitri di calcio maschili e 10 arbitri di pallavolo femminili, faremo fare sport a dieci bambini in condizioni disagiate accollandoci le spese grazie al progetto Sport di tutti e proprio oggi ho preso contatto con l’Assessore Ambrosone e l’Assessore Picucci che attraverso i servizi sociali e la cultura ci daranno un po’ di nominativi e di cui li ringrazio personalmente entrambi, ringrazio la mia squadra che è sempre paziente con me per il lavoro che svolgono, ringrazio i miei angeli custodi che sono i ragazzi della mia segreteria che senza di loro sarebbe un caos, ringrazio le associazioni che sono sempre vicine e sono pronte a seguirci e non fermarsi ma, ed infine ringrazio la città di Benevento che da vera sportiva non molla mai, sempre votata al sacrificio sopporta con determinazione, ed infine ringrazio voi della stampa che fate un lavoro immane nel documentare puntualmente tutto e tutti senza di voi nulla si saprebbe auguro a tutti un sereno Natale ed un felice Anno nuovo.”