Il Benevento, come noto, è stata la prima squadra di serie B a partire per il ritiro, lo scorso 7 luglio ed addirittura tra i primi club anche della massima serie. Ha già giocato quattro amichevoli e diciamo che è in una fase di preparazione abbastanza avanzata. Alla luce anche di questo, lo staff guidato da Pippo Inzaghi dopo quasi due settimane di intenso lavoro ha deciso di concedere due giorni e mezzo di riposo all’intera comitiva in concomitanza anche con il trasferimento come sede del ritiro da Pinzolo, località salutata ieri mattina a Moena che sarà il quartier generale fino al 31 luglio. Si resta in Trentino, dunque, ma vale la pena precisare che le due località distano 130 chilometri fatti di curvoni e saliscendi. Il Benevento riprenderà la preparazione nel pomeriggio di martedì 23 luglio ma Inzaghi ha convocato tutti per pranzo. Un piccolo premio graditissimo a Viola e compagni, che ha consentito a diversi atleti di mettersi in aereo per trascorrere qualche giorno in famiglia, mentre altri hanno deciso di trasferirsi al mare oppure a Milano. Alla ripresa degli allenamenti saranno aggregati anche gli ultimi due acquisti Sau e Manfredini che domani a Benevento sosterranno le visite mediche dopodichè partiranno alla volta del ritiro per unirsi ai nuovi compagni di squadra. In questi giorni saranno valutate anche le condizioni degli acciaccati Vokic, Insigne e Del Pinto. L’ex azzurro ed il mediano non sono stati utilizzati contro i viola. La società dal suo canto continua le trattative di mercato per completare e rafforzare la rosa e nel frattempo anche per effettuare le restanti cessioni, tra cui quelle del difensore Costa e del baby Volpicelli.