E’ sempre più nera la crisi del Benevento. I giallorossi perdono rovinosamente in casa contro il Catania e chiudono l’anno nel peggior modo possibile. Notte fonda per Andreoletti, a cui il 4-0 impartito dagli etnei potrebbe costare anche la panchina. Eppure la Strega, nonostante le numerose assenze, aveva iniziato la gara con il piglio giusto. Esaurita la spinta propulsiva nei primi dieci minuti, ha però poi prestato il fianco a un Catania più lucido e abile a sfruttare gli episodi a favore. L’ingenuità di Karic, che tra il 34′ e il 35′ rimedia due gialli ingenui, spiana la strada al vantaggio dei siciliani. Sei minuti più tardi dell’espulsione dello svedese, Chiricò si procura e trasforma il rigore dell’uno a zero non senza polemiche. Opinabile la gestione della sfida ad opera dell’arbitro Cavaliere, bersagliato dal pubblico presente, ma sarebbe francamente ingiustificabile attribuire ogni colpa della debacle alla direzione di gara.

A inizio ripresa il Catania raddoppia. Non passa neanche un minuto dal fischio di inizio e Zammarini capitalizza una perfetta azione offensiva che coglie impreparata la retroguardia giallorossa . La scossa non arriva, anzi le cose peggiorano per la squadra di Andreoletti che perde anche Talia per doppia ammonizione ed è costretta a giocare l’ultima mezz’ora in dieci contro undici. A quel punto il tecnico giallorosso getta nella mischia i giovani Viscardi, Sorrentino e Alfieri (oltre ad Agazzi e Bolsius) esponendoli a un finale di grande fatica e sacrificio. A venti minuti dalla fine arriva il 3-0 ad opera di Chiricò, seguito dal 4-0 di Deli all’80’. Per il Benevento è la peggior prestazione stagionale, la difesa granitica di inizio campionato è solo un lontano ricordo. E anche l’attacco latita: il gol manca da ben quattro turni. I giallorossi chiudono il mese di dicembre senza aver mai segnato.

Marcatori: 39′ su rig., 69′ Chiricò (C), 46′ Zammarini (C), 79′ Deli (C)

BENEVENTO
Paleari; El Kaouakibi, Masciangelo, Karic, Marotta (62′ Alfieri), Ferrante (57′ Sorrentino), Pinato (62′ Agazzi), Improta (69′ Bolsius), Rillo (57′ Viscardi), Talia, Capellini.
A disp.: Manfredini, Giangregorio, Benedetti, Ciano, Carfora, Masella, .
All. Matteo Andreoletti

CATANIA
Bethers; Curado, Zanellato, Rocca (62′ Deli), Quaini (76′ Maffei), Dubickas, Lorenzini, Castellini, Chiarella, Chiricò (76′ De Luca), Zammarini.
A disp.: Livieri, Rapisarda, Popovic, Marsura.
All. Cristiano Lucarelli

Ammoniti: Improta (B)
Espulsi: Karic (B), Talia (B)

Arbitro: Ermes Fabrizio Cavaliere di Paola.
Assistenti: Andrea Cravotta di Città di Castello e Francesco Romano di Isernia.
Quarto Ufficiale: Andrea Recupero di Lecce.