All’Arechi forse ha segnato uno dei gol più belli ed importanti della sua carriera, oltre a giocare una gara di altissimo livello. Per Nicolas Viola una serata di gloria. Inizia a parlare descrivendo proprio il suo capolavoro. “Quell’azione la proviamo spesso in allenamento. Il mio gol è stato importantissimo perché ci ha permesso di sbloccare una partita complicata. All’inizio è stato difficile trovare gli spazi giusti che invece si sono liberati dopo che siamo andati in vantaggio. Abbiamo dimostrato che la squadra c’è e vogliamo continuare a fare bene. E’ ciò che serve per fare bene in serie B. Non possiamo nasconderci: siamo una squadra che deve vincere domenica dopo domenica. Abbiamo trovato la giusta compattezza che ci permette di fare queste ottime prestazioni. Ci godiamo questa vittoria con la consapevolezza che sabato ci sarà un’altra battaglia e sapendo che dobbiamo ancora migliorare. In merito alla partita – continua il regista calabrese – nel primo tempo abbiamo sprecato qualcosa, ma avevamo la sensazione di non subire mai. Il mister tra il primo e il secondo tempo ci ha detto che stavamo facendo bene, ma che dobbiamo migliorare sotto porta. Infine per quanto riguarda Hetemaj dico solo che è un calciatore di serie A, ma mi trovo bene con tutti i compagni. Ben venga chi sa giocare a calcio anche perchè c’è un obiettivo che dobbiamo raggiungere e c’è bisogno di tutti”.