Così come preannunciato prima della gara è stato sancito il rapporto di amicizia tra gli ultras giallorossi e quelli del Venezia. A dispetto del clima di emergenza di una città letteralmente messa in ginocchio dall’acqua alta ed avversità atmosferiche, i rappresentanti della curva sud sono stati accolti in mattinata in un clima di festa e grande ospitalità. Prima saluti, abbracci e brindisi con scambi di sciarpe in un bar della cittadina veneta. Successivamente intorno alle 12 trasferimento presso la sede degli ultras del Venezia dove c’era un ricchissimo buffet offerto ai tifosi sanniti, con relativi brindisi e promessa di rispetto ed amicizia. Naturalmente c’è stata prima la promessa di ricambiare la visita nel Sannio. Poi tutti insieme si sono organizzati per andare allo stadio Penzo anche se sono state percorse strade diverse. Per 90 e passi minuti ognuno ha tifato per la propria squadra del cuore. E’il caso di dire che anche questo è il bello del calcio e soprattutto l’ennesima dimostrazione della grande civiltà dei supporters giallorossi. Per i fans della Strega dopo una nottata trascorsa in viaggio è stato davvero piacevole trovare questa ospitalità