Soddisfatto a fine gara il capitano Cristian Maggio che però dall’alto della sua esperienza predica anche calma. Queste le sue dichiarazioni: “Diciamo che è stata una settimana perfetta con due importanti vittorie contro Cremonese ed Empoli, ma dobbiamo continuare. Ci tenevamo a fare grande una partita e ci siamo riusciti ed abbiamo staccato sulla seconda che è a meno cinque e sulle terze che hanno sei lunghezze di distacco. Nel primo tempo c’è stata grande applicazione malgrado il maltempo. Abbiamo creato tanto ma segnato poco, ma in compenso concesso poco o niente agli avversari. Non ci difetta l’umiltà anche perchè sappiamo che in serie B le partite sono tutte difficili. Anche sul 2-0 non puoi mollare perchè ci sono squadre che ti possono mettere in difficoltà. Ora pensiamo alla prossima, c’è il derby con la Juve Stabia a Castellammare di Stabia. Prima della gara ho salutato con piacere Bucchi. Con Inzaghi abbiamo cambiato il modo di giocare, utilizziamo di più le fasce ed inoltre rispetto all’anno scorso sono arrivati giocatori di esperienza e qualità che hanno aumentato il valore. Stiamo vivendo un momento bello e dobbiamo approfittarne. La scoppola di Pescara forse ci serviva, lì non eravamo in giornata. La squadra c’è ed ha la testa giusta. Fa morale questa classifica, ma il campionato è lungo e ci sono ancora tante partite toste. Bisogna battere le grandi e non solo. Importante, intanto, che non subiamo gol. Merito delle punte e dei centrocampisti che lavorano tanto. Forse a volte mancano davanti ma c’è anche tanta stanchezza. Ma del resto il gol lo riusciamo sempre a trovare…”