La prossima stagione potrebbe essere quella della definitiva valorizzazione e consacrazione in Italia dello svedese-cubano Samuel Armenteros. La sensazione o meglio la speranza è più che fondata alla luce delle prestazioni offerte nelle amichevoli, ma soprattutto della continuità, d’obbligo gli scongiuri, dell’attaccante negli allenamenti che gli hanno consentito al di là della corporatura massiccia e muscolosa di smaltire anche quel pizzico di grasso. In effetti, come ha giustamente sottolineato in una recente intervista il patron Vigorito che lo ha portato sulla penisola ad agosto del 2017 con il Benedvento in A, per la prima volta si sta allenando senza registrare infortuni o avere degli handicap rispetto ai compagni. Insomma è perfettamente allineato agli altri ed alla luce di questa situazione potrebbe risultare l’uomo in più o meglio la rivelazione dell’attacco giallorosso. La sua tecnica, abbinata ad alcune giocate imprevedibili ed una certa fisicità, oltre che a determinati movimenti nell’area di rigore sono una vera manna dal cielo per Coda, ma anche per gli altri compagni. Insomma, Armenteros nella terza stagione sannita finalmente potrà dare il suo contributo dal fischio d’inizio del campionato e cercare di convincere la stessa società a prtolungare il contratto. Di sicuro quella che riguarda lui è una scommessa appassionante e stimolante.