L’Energa Olimpia Volley San Salvatore Telesino nella prima giornata del girone di ritorno del campionato di Serie B2 Femminile, espugna il campo dell’Arabona Volley Polymatic Manoppello e torna dall’Abruzzo con tre punti fondamentali per il prosieguo e l’economia del campionato. Le ragazze di coach Eliseo nonostante alcune assenze sciorinano una prestazione maiuscola imponendosi per 3 set a 0 (23-25, 15 – 25, 13-25, i parziali). Buono l’approccio delle pantere telesine alla gara, brave a fare di necessità virtù, a non disunirsi nella parte centrale, a sbagliare poco e a restare concentrate fino al match point. Bravo a leggere benissimo le situazioni anche il tecnico delle telesine, costretto a rinunciare a Kostadinova e Amatori, che ridisegna la formazione con alcuni accorgimenti tattici: Lamparelli e Afeltra al centro, Scalise libero, Sanguigni e Biscardi a schiacciare, Decato dal primo minuto nel ruolo opposto e Del Vaglio nel ruolo di alzartice.

Nonostante le novità tattiche di formazione e due assenze, l’Energa Olimpia Volley scende in campo con la mentalità giusta. Al break chiamato dalle padroni di casa le ragazze di coach Eliseo fanno registrare un +4 sulle abruzzesi. Al secondo break il distacco tra telesine e pescaresi è ridotto ad un solo punto, complice qualche imprecisione in fase di schiacciata. L’Olimpia però non si scompone e riprende il largo, le padroni di casa provano a rientrare in gara portandosi nuovamente a -1. Sono Biscardi prima e poi Sanguigni a chiudere definitivamente i conti e set che termina 23 a 25 per le sannite. Avvio di secondo set combattuto tra Arabona e Olimpia con le ospiti che prima rincorrono poi effettuano il sorpasso. Le telesine si lasciano rimontare e le padroni di casa raggiungono il pari sull’11 a 11. Sussulto e reazione immediata delle sannite che al break fanno poi registrare un +4 di vantaggio sulle pescaresi. Due scambi lunghi a favore dell’Olimpia, un muro-difesa insuperabile e alcuni errori dell’Arabona fanno dilagare le telesine che chiudono agevolmente il set con un vantaggio di +10 sulle locali. Termina 15 a 25 per l’Energa. Avvio complicatissimo di set per l’Arabona con l’Energa Olimpia che piazza subito un parziale di 5 a 0. Vantaggio quello delle telesine che poi diventa abissale (+9) e irrecuperabile per le padroni di casa. Il set scivola via senza sussulti e senza patemi d’animo. Termina 13 a 25 per l’Olimpia. Soddisfatto della prestazione coach Francesco Eliseo che nel post gara ha dichiarato: “Questa è la vittoria del lavoro e spero che le ragazze se la segnino così da tener presente che si lavora si può fare tutto. Noi questa settimana abbiamo schierato una formazione totalmente inedita: gente fuori ruolo, chi era titolare per la prima volta e si è ben comportato, cambiato la linea di ricezione, fatto delle scelte precise a muro. Non era semplice prepararla questa gara ma le ragazze hanno risposto bene e non posso che dirle brave. A muro a prescindere da tutto abbiamo lavorato tanto come facciamo su ogni aspetto, così come schierare un opposto in zona quattro avrebbe potuto lasciare qualche perplessità ma non avevo dubbi sulla risposta delle ragazze. Il timore poteva invece arrivare da chi avrebbe giocato fuori ruolo e poteva destabilizzare l’ordine che di solito abbiamo in mezzo al campo ma alla fine abbiamo affrontato bene la gara. Continuiamo a lavorare, a migliorarci, sperando di recuperare chi non sta al meglio e alzare ulteriormente il livello degli allenamenti”.