Comune di Puglianello ha deciso di cancellare il pagamento della tassa rifiuti per tutti gli esercizi commerciali, le aziende, i bar e i ristoranti del territorio che sono stati costretti ad interrompere le rispettive attività nel periodo compreso tra l’ordinanza di chiusura (9 marzo) e la data di effettiva riapertura. “Si tratta di un piccolo gesto di solidarietà – precisa il sindaco Francesco Maria Rubano – nei confronti di coloro i quali sono stati costretti ad abbassare le serrande dei propri negozi , bar e attività di ristorazione  e aziende dal giorno in cui tutta Italia è stata dichiarata zona rossa. Per tutto questo lasso di tempo, fino a quando non potranno riavviare le rispettive attività, la Tari non gli sarà conteggiata. Queste persone non hanno avuto la possibilità di incassare alcunché durante questi giorni di emergenza e soprattutto, rimanendo chiusi, non hanno prodotto alcun rifiuto. Pertanto un atto del genere, oltre che doveroso, mi sembra indispensabile per lasciare un segnale di ottimismo ad una categoria che si appresta a ripartire tra mille difficoltà. Questa Amministrazione ha il compito di sostenerli per quanto possibile e di fare il massimo per consentirgli di ricominciare provando in qualche modo a ridurre, anche se per una piccolissima parte, il contraccolpo finanziario. Vorrei precisare che non si tratta di una sospensione o di un rinvio del pagamento come hanno fatto molti altri comuni, ma di una vera e propria ordinanza che stabilisce per il periodo che si andrà poi a determinare, la produzione rifiuti pari a zero da parte di tali esercizi”.