Il titolo potrebbe sembrare banale, ma è quello più azzeccato possibile perchè rende l’idea dell’importanza del big match di oggi pomeriggio contro il Crotone. Eccolo: “Il Benevento sogna la grande fuga”. In effetti, al di là del fatto che si gioca solo per la tredicesima giornata è indubbio che, guardando la classifica e la situazione generale, l’undici giallorosso in caso di conquista dei tre punti nel fortino del Ciro Vigorito dove finora hanno ceduto solo un punto alla Virtus Entella, farebbe un balzo avanti verso la serie A di grande rilevanza, assestando un durissimo colpo psicologico ma anche materiale alle dirette concorrenti, Crotone in testa. Superfluo aggiungere altro, a parte i precedenti caldissimi degli ultimi venti anni e la grandissima rivalità sportiva esistente tra le opposte tifoserie. A proposito di tifosi, oggi pomeriggio finalmente sarà superato il fatidico traguardo dei 10.000 paganti che nelle precedenbti gare non era stato mai raggiunto andando a determinare uno strano fenomeno per il Benevento capolista frutto di varie interpretazioni ed analisi. Ieri sera alle ore 21 era stata superata quota 1.700. In aggiunta ai 7.805 abbonati ed ai 280 calabresi, quindi vicinissimi all’obiettivo. Ma ricordiamo che stamani la prevendita continua e c’è sempre un gran numero di tifosi che si approvvigiona all’ultimo momento.

Tornando alla squadra, stavolta Inzaghi ha preso tempo perchè ha diversi dubbi, di scelta ma anche di condizione fisica. Tuia sembra recuperato e stando a dichiarazioni ufficiali viene definito al cento per cento ma dopo due settimane dove si è allenato pochissimo di certo non si può pensare che sia al top come Armenteros alle prese con problemi alla spalla e Kragl che si è aggregato ai compagni solo martedì. Difesa in emergenza e imbarazzo della scelta a centrocampo. Ma proviamo ad abbozzare lo schieramento con qualche parentesi. Montipò tra i pali, sulle fasce Maggio e Letizia se come è stato annunciato Tuia ci sarà perchè diversamente Maggio andrebbe a centro con Gyamfi rispolverato a destra. A centro Tuia e Antei. Nel reparto centrale il quartetto maggiormente accreditato è quello composto da Insigne visto che Kragl non è al meglio, Hetemaj, Viola e Tello. Ma attenzione perchè Inzaghi sta guardando con interesse anche a Schiattarella che è in ballottaggio con il finnico anche se in leggero svantaggio. Infine, in avanti la coppia Coda-Sau. Ma attenzione, si partirà con il 4-4-2 ma si potrebbe passare in campo anche al 4-3-2-1.