Il via alla festa l’ha dato lui, Riccardo Improta, entrato in campo al 71′ al posto di Schiattarella e che si sta rivelando prezioso entrando a partita in corso. Quel rasoterra sul palo di Cordaz è stato buttato dentro dai diecimila e passa del Vigorito. “Il gol è un regalo che faccio a me stesso, lavoro tanto in settimana. Stare al primo posto è importante, il mio gol anche se non è stato decisivo ha aiutato ad annullare i patemi di quell’interminabile recupero e quindi è andato tutto alla grande. La classifica? Sicuramente può accadere di tutto in B, ma staccando la seconda adesso è significativo. Si riprenderà con la gara di Venezia che sarà molto complicata. Sulla fase offensiva continuo sempre a lavorarci, ci ho sempre creduto anche se mister Bucchi l’anno scorso e quest’anno Inzaghi mi chiedono tanto sacrificio perché è nelle mie corde. Stare tutti insieme ci porta alla vittoria. Impeccabili con le grandi? Siamo davvero un’armata quest’anno, il tifo ci sta aiutando tanto. Adesso dobbiamo migliorare fuori casa, dove non siamo ancora impeccabili. Settima volta senza subire gol? L’anno scorso c’erano un po’ di problemi, quest’anno invece siamo un gruppo forte e si respira proprio la potenza di questo organico. La dedica del gol? Va a mia moglie Valentina”.