comune_faicchioIl gruppo Consiliare di minoranza ‘Rinascita Popolare’ esprime profonda preoccupazione ed amarezza per come si sta Amministrando la Comunità di Faicchio ed in particolare per le modalità attuative in favore dell’iniziativa posta in essere dal Sindaco Nino Lombardi, in merito alle prestazioni occasionali di lavoro di tipo accessorio da retribuirsi mediante buoni lavoro voucher.
A mero titolo informativo è utile ricordare che l’iniziativa dei voucher, pienamente condivisa da questo gruppo, era parte integrante e sostanziale del programma amministrativo presentato alla Prefettura di Benevento in occasione della presentazione della lista ‘Rinascita Popolare’. Pertanto una propria realizzazione costituirebbe oltre ad una opportunità per le fasce più deboli, la realizzazione di quanto statuito in sede elettorale dalla lista di appartenenze del gruppo.
Al riguardo, giova inoltre evidenziare che l’iniziativa era sorretta da una copertura finanziaria derivante da opportuni ritagli alla spesa corrente. Per contro, l’avviso emesso dal Sindaco Lombardi , non solo è sprovvisto di coperture finanziare, come è ampiamente emerse durante l’approvazione del Bilancio Preventivo, già fortemente martoriato dai costi della Politica, ma si presta ad un pericoloso fraintendimento del D.D. 354 del /22/07/2015 (successivamente rettificato con il D.D. 372/2015 Lavori Occasionali Accessori). Nella fattispecie, a seguito dell’avviso pubblicato, rifacendosi inopportunamente ai succitati decreti, il Sindaco Lombardi definisce un termine di apertura e chiusura utile per la presentazione delle istanze da parte dei Cittadini di Faicchio che intendono aderire all’iniziativa. Nella realtà dei fatti il decreto della Regione Campania, invitava i comuni interessati all’iniziativa e non i cittadini, ad aderire entro il 30 settembre, poi , successivamente, modificato sopprimendo il termine di scadenza. L’adesione dell’Ente all’iniziativa, posta in essere dal Dipartimento delle Politiche Sociali della Regione Campania, oltre ad essere vaglia con riserva fino ad esaurimento dei fondi, non costituisce assolutamente un titolo di copertura finanziare per porre in essere l’Iniziativa. E’ bene, dunque, che Lombardi chiarisca, prima ai cittadini di Faicchio e poi al Consiglio Comunale, dove trova le coperture finanziare per sostenere le domande di disponibilità raccolte durante il mese di agosto.
Di tutt’altra natura sono invece le somme che, con un bilancio in pre dissesto tale da non consentire di pagare i sussidi dei libri scolastici 2014 alle famiglie bisognose, vengono immobilizzate e quantificate in euro 1605,00 a titolo di ‘Rimborso Amministratori Legge 148/2011′. Difatti con giusta delibera di Giunta (13 agosto 2015 nr.91) vengono determinate le somme non soggette ad esecuzione forzata e, tra queste somme, si posso vedere il rimborso agli amministratori per i permessi dal lavoro retribuiti, di cui usufruisce l’Assessore Santillo Crescenzo.
E’ inevitabile nel merito evidenziare come vengono trascurati i diritti dei creditori che hanno regolarmente svolto il proprio lavoro per conto del Comune di Faicchio, attraverso la determinazione di somme non soggette ad esecuzione forzata, a favore dei Rimborsi agli amministratori. Ciò rappresenta un fatto di inaudita gravità che dovrebbe portare l’Assessore Santillo alle proprie dimissioni.