Un punto a testa per Benevento e Lecce dopo lo scontro al vertice del Via del Mare. Una sfida temuta alla vigilia si tramuta in una mezza occasione persa per i sanniti, che dopo il vantaggio trovato grazie all’autorete di Calabresi su cross di Acampora al 13′ del primo tempo hanno sfiorato in almeno due circostanze il raddoppio in contropiede. In entrambi i casi Insigne non è riuscito a inquadrare la porta da ottima posizione, graziando di fatto Gabriel. A cinque minuti dal termine della prima frazione i salentini hanno trovato l’1-1 con Strefezza, abile a raccogliere in area una respinta e a depositare in rete alle spalle di Paleari. Nella ripresa il Benevento va vicinissimo al nuovo vantaggio dopo pochi minuti con un colpo di testa di Barba, pescato in area da Petriccione. La risposta del Lecce non si fa attendere e porta la firma di Helgason, che impegna Paleari e lo costringe a un intervento miracoloso. Nel finale il Lecce prova a prendere campo ma non trova la porta con Gargiulo, che di testa spedisce sul fondo. Finisce 1-1 contro la capolista del campionato, ma non c’è tempo per riflettere. Mercoledì al Vigorito farà tappa l’Ascoli per il primo di tre turni infrasettimanali consecutivi.

LECCE
Gabriel; Lucioni, Gargiulo, Coda, Tuia (63′ Gendrey), Listkowski, Strefezza (80′ Ragusa), Blin, Barreca (46′ Gallo), Calabresi, Majer (46′ Faragò, 50′ Helgason).
A disp.:  Plizzari, Samooja, Vera, Simic, Di Mariano, Bjorkengren.
All. Marco Baroni

BENEVENTO 
Paleari; Letizia, Acampora, Glik, Improta (64′ Farias), Petriccione (73′ Brignola), Insigne (64′ Tello), Ionita, Masciangelo, Forte, Barba.
A disp.: Muraca, Manfredini, Calò, Vogliacco, Foulon, Talia, Pastina.
All. Fabio Caserta

Ammoniti:  Strefezza (L), Gargiulo (L), Tello (B)

Marcatori: 13′ aut. Calabresi (B), 40′ Strefezza (L),

Arbitro: Luca Pairetto di Nichelino.
Assistenti: Giacomo Paganessi di Bergamo e Dario Cecconi di Empoli.
Quarto Ufficiale: Federico Fontani di Siena.
Var e Avar: Luigi Nasca di Bari e Domenico Rocca di Catanzaro.