UILLa segreteria territoriale della Uil Federazione Poteri Locali di Benevento rende noto che si è svolta la riunione della delegazione trattante presso il comune di Benevento. La prima comunicazione fornita dal dirigente Catalano è stata quella della costituzione delle risorse decentrate e per la produttività 2015, che, salvo errori o missioni, dovrebbe essere pari a € 1.353.067,86. A tutt’oggi sono stati spesi complessivamente € 1.277.298,82, per cui restano ancora inutilizzati € 67.507,90. A questo punto la parte sindacale, e su tutti la Uil Fpl, ha chiesto che si preveda la progressione economica orizzontale per il personale meritevole da distribuire su due annualità, con la prima che dovrebbe avere decorrenza 31.12.2015. I dipendenti interessati all’attribuzione della predetta progressione economica sono 39 di categoria A, 115 di categoria B, 84 di categoria C e 41 di categoria D. Il costo stimato per l’intero anno ammonterebbe a € 179.903,00 circa, la cifra mensile sarebbe quella di € 13.830,69, mentre per il solo anno 2015 (31.12.2015) sarebbe pari a € 500,00 euro (50% del personale). Insomma, una spesa assolutamente sopportabile a carico delle risorse decentrate, tenuto anche conto che vi sono degli sprechi che vanno rivisti. Va detto che per gli anni 2015/2024 il comune di Benevento non potrà procedere all’aumento delle risorse decentrate, ai sensi dell’art. 15, comma 5, del CCNL 1.04.1999, avendo aderito al fondo di rotazione. Infine, i rappresentanti sindacali hanno chiesto l’immediata revoca della determinazione n. 740 del 30.11.2015 relativa all’attribuzione illegittima delle mansioni superiori a favore di un dipendente di categoria B. A questo punto la riunione è stata aggiornata a lunedì 21 dicembre alle 10,00 per continuare la discussione sui criteri per l’attribuzione della progressione economica.

“Una riunione proficua – ha detto Fioravante Bosco (Rsu Uil Fpl) – perché finalmente si è preso atto che la progressione economica orizzontale potrà essere realizzata già dal 2015”.

“Sono contento – aggiunge Antonio Pagliuca (Uil Fpl) – poiché ora le risposte del dirigente Catalano iniziano ad arrivare, anche se sono presenti numerosi punti oscuri che vanno chiariti con urgenza. Troppi sono gli sprechi, e numerose sono le decisioni prese in dispregio di quelle che dovrebbero essere corrette relazioni sindacali”.