DSC04502I Carabinieri delle Stazioni di Pesco Sannita e Paduli, nel corso di mirati servizi di controllo del territorio finalizzati al contrasto dei reati in materia ambientale, hanno sequestrato alcune aree, ove ignoti avevano abbandonato vari metri cubi di rifiuti non pericolosi, costituiti per lo più da materiale organico, tessuti ed indumenti vari, racchiusi in sacchi di plastica.

Le aree interessate sono ubicate nei comuni di Pesco Sannita, precisamente alla contrada Rapinella, ove sono stati sequestrati circa due metri cubi di rifiuti non pericolosi abbandonati su un’area di circa quattro metri quadri; mentre nel comune di Paduli le aree interessate, sono situate alle contrade San Giuseppe e Iettacore, dove sono stati sequestrati vari metri cubi di rifiuti, costituiti principalmente da materiale organico ed edile, depositati su aree provinciali.

Immediatamente si è richiesto l’ausilio di personale specializzato al fine di procedere a campionamento ed analisi nonché all’esatta classificazione degli elementi inquinanti.

 Nessuno è stato trovato sul posto quindi sono in corso tutti gli accertamenti per individuare i responsabile dell’illecito smaltimento. Intanto le porzioni di terreno su cui sono stati depositati i rifiuti sono state sequestrate dai Carabinieri della Compagnia di Benevento. Sono in corso approfondite indagini da parte dei militari per risalire alla provenienza del materiale rinvenuto e soprattutto individuare gli autori dell’illecito penale, essendo prevista per l’abbandono di materiale pericoloso e non, quale reato dal Testo Unico sulle norme in materia ambientale, il deferimento all’Autorità Giudiziaria.