Il Consiglio Provinciale, riunito oggi sotto la presidenza di Nino Lombardi, ha adottato i tre provvedimenti della Sessione di Bilancio del 2022, e cioè il Conto Consuntivo per il 2021, il Documento Unico di Programmazione ed il Bilancio di Previsione. Il passaggio successivo previsto dalle norme è l’espressione del parere della Assembra dei Sindaci, già convocata per il 13 settembre alle ore 9.30; spetterà infine nuovamente la parola al Consiglio Provinciale per l’approvazione definitiva.

Il Conto consuntivo è stato approvato con 7 voti favorevoli, uno contrario (il Consigliere Ruggiero) ed uno astenuto (il Consigliere Bonavita), mentre gli altri due punti all’Ordine del giorno della Sessione di Bilancio hanno visto ancora 7 voti favorevoli, ma l’astensione dei Consiglieri Ruggiero e Bonavita.

Ai lavori hanno partecipato i Dirigenti Maria Luisa Dovetto, anche nella sua qualità di Segretario Generale, Nicola Boccalone del Settore Finanziario con i funzionari Armando Mongiovì e Giovanna Clarizia, e Angelo Carmine Giordano e Salvatore Minicozzi del Settore Tecnico.

Sono intervenuti nel dibattito i Consiglieri Ruggiero, Bonavita, Iannace, Caputo, Panunzio Laudanna, Ciervo.

Il Conto consuntivo del 2021 evidenzia un avanzo di gestione per circa 28 milioni di Euro che tuttavia non può essere immediatamente impiegato per spese di investimenti essendo da destinare per la gran parte a spese vincolate ed essendo gravato da crediti di dubbia esigibilità. In sostanza, in cassa restano da impiegare per investimenti 1,5 milioni di Euro.

A fronte di tanto il Presidente Lombardi nella sua Relazione al Consiglio, nel ricordare i gravi problemi operativi dell’Ente per la mancanza di personale, ha evidenziato la volontà politica di intervento sui comparti territoriali, esaltandone le eccellenze e le unicità favorendo la rete con i Comuni. Lombardi ha sottolineato l’impegno volto a riempire i vuoti in organico con gli strumenti legislativi a disposizione, si è soffermato sul tema delle Società partecipate che, per quanto lo riguarda, debbono essenzialmente produrre servizi ed opportunità sul territorio . Il Presidente ha quindi ricordato i risultati conseguiti negli ultimi mesi per la strada Fondo Valle Isclero, i cui lavori sono stati avviati, e per la Fondo Valle Vitulanese, così come entro dicembre sarà avviata definitivamente l’iter per la strada Foiano Valf. – Montefalcone Valf. “Noi creiamo relazioni tra i territori per farli vivere e progredire”, ha detto Lombardi. Sottolineando il valore per i progetti che riguardano le strade della Valle del Titerno e quelle del Fortore approvati nelle ultime ore. Lo stesso discorso può essere fatto per l’edilizia scolastica che comporta sicuramente dei problemi logistici importanti, ma che non possono essere accantonati se si vuole davvero migliorare lo status quo. Per quanto concerne poi allo Stir di Casalduni si deve porre in rilievo il fatto che la Provincia ha messo a disposizione oltre 30 milioni di Euro, uno stanziamento mai registrato prima in Campania, il tutto per riavviare il ciclo dei rifiuti che sarà poi gestito dall’Ato rifiuti come per legge. Eguale rilievo è stata la presenza e la decisionalità della Provincia sulla vicenda della Diga di Campolattaro per oltre 500milioni di Euro per le opere irrigui e civili a favore di tutto il Sannio.