ospedalerummoLa Direzione Generale dell’Azienda Ospedaliera “G. Rummo” di Benevento sente il gradito piacere di comunicare un atto di squisita sensibilità verso il nostro Nosocomio da parte di un gruppo di benefattori, che ha voluto far dono all’U.O.C. Medicina d’Urgenza – Pronto Soccorso di un prezioso Monitor Multiparametrico, cod. PM-900 con stampante MPM Italia.
Tale apparecchiatura, che verrà consegnata al Pronto Soccorso, presente il Direttore Generale Dott. Renato Pizzuti, dalla Dott.ssa Enza Nunziato nella mattinata di domani, mercoledì 9 novembre 2016 ore 11.30, contribuirà ad ottimizzare i tempi di attesa ed velocizzare e rendere sempre più inappuntabili scientificamente alcune indagini diagnostiche al servizio della comunità, allorquando si rivolge, peraltro in momenti talvolta drammatici, al reparto cui l’apparecchiatura è destinata.
Nell’occasione l’agente Marco Pane illustrerà le funzionalità della strumentazione.
La Dott.ssa Nunziato in particolare ha dichiarato: <<Con alcuni amici abbiamo pensato che un Pronto Soccorso efficiente e funzionale, sia il fiore all’occhiello di ogni buon ospedale che si rispetti. Per questo motivo abbiamo deciso di voler offrire una piccola parte di noi stessi al servizio della comunità sannita. Di certo, sappiamo di non risolvere tutte le diverse problematiche che ruotano intorno a un sistema sanitario complesso, ma vogliamo solo essere una goccia di amore per ringraziare lo sforzo compiuto, con spirito di sacrificio e abnegazione, dai medici e paramedici dell’Ospedale Rummo di Benevento.>>
Il Direttore Pizzuti, nel ringraziare del prezioso dono, ha osservato che <<l’encomiabile atto di questo gruppo di benefattori è un segno tangibile e straordinariamente edificante della fiducia e della collaborazione instauratasi tra la Direzione Generale dell’A.O. “G. Rummo” e la comunità tutta, gli Enti ed Associazioni che operano sul territorio. Trattasi di una via sempre più battuta da chi ha la responsabilità della gestione di un servizio di cruciale rilevanza, che, come è facile prevedere, consentirà, anche in futuro, di percepire nella concretezza di gesti generosi, il senso civico di alcuni illuminati filantropi e sodalizi.>>