“Con la realizzazione delle opere di riqualificazione e rigenerazione urbana contenute nel Piano Periferie – ha dichiarato Clemente Mastella – puntiamo a ridurre le disparità sociali e i fenomeni di devianza sociale da contesti urbani degradati presenti nella città di Benevento”. Con queste parole, il sindaco del capoluogo sannita, ha dato il via alla conferenza stampa tenuta per dare conferma che le opere finanziate dal Governo ottengono uno stanziamento di 18 milioni di euro, a cui vanno aggiunti i 9 milioni circa che saranno investiti da soggetti privati.

Durante la conferenza, poi, il sindaco ha colto anche l’occasione per ringraziare il presidente del Consiglio, senza però rinunciare a fanciare frecciatine contro chi, all’interno del Governo, ha lavorato per non far ottenere i fondi. Ha inoltre assicurato che, contrariamente a quanto accadeva in passato, tali fondi saranno usati per opere la cui gestione e funzionalità sarà garantita con massima attenzione.

Le opere da realizzare sono state illustrate dall’ingegnere Maurizio Perlingieri, suddividendole per linee di intervento:

PROGETTI DI MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA’ DEL DECORO URBANO
– Quartiere Libertà. Sistemazione percorsi pedonali , aree a verde-arredo urbano lungo fiume Matarazzo, via vitelli e zone limitrofe.
– Quartiere Ferrovia. Sistemazione percorsi pedonali , aree a verde-arredo urbano area ovest insediamenti edilizia pubblica abitativa- ridefinizione dei percorsi pedonali e veicolari di Piazza Colonna.

MANUTENZIONE, RIUSO E RIFUNZIONALIZZAZIONE DI AREE PUBBLICHE E DI STRUTTURE EDILIZIE ESISTENTI PER FINALITA’ DI INTERESSE PUBBLICO

Piazza Risorgimento, Area ex collegio La Salle. Interverrà in questo ambito un soggetto privato e l’Amministrazione Comunale in carica ha accolto favorevolmente tale proposta progettuale in quanto permette di riqualificare piazza Risorgimento in una piazza pedonalizzata. L’area dell’ex collegio la Salle, invece, sarà destinata ad un parcheggio con capienza doppia rispetto a quello attualmente presente. 

Centro polifunzionale Area santa colomba. Il privato quale soggetto proponente ha previsto la rifunzionalizzazione delle area di Santa colomba in origine adibita a prefabbricati del terremoto del 1980 ed oggi saltuariamente occupata dai nomadi. Il progetto prevede la costruzione di un centro polivalente adibito ad attività di socializzazione e di svago compreso una piscina coperta/scoperta. L’Amministrazione ha accolto favorevolmente tale proposta di riqualificazione e di rifunzionalizzazione dell’area.

PROGETTI RIVOLTI ALL’ACCRESCIMENTO DELLA SICUREZZA TERRITORIALE E DELLA CAPACITA’ DI RESILIENZA URBANA.
– Messa in sicurezza degli argini e dello svincolo di Via Grimoaldo Re e Arginatura e bonifica idraulica del tratto urbano del fiume Calore. Protezione dei percorsi pedonali lungo la via Appia (Rione Epitaffio e Rione San Vito), via Avellino, Via Gramsci. Il progetto prevede la costruzione dei tratti di marciapiede non presenti, la sistemazione di quelli esistenti aumentandone la larghezza e preservando le alberature presenti, il rifacimento della pubblica illuminazione. Nei tratti di strada dove sono ubicati gli attraversamenti stradali e le fermate degli autobus il progetto prevede opere di protezione dei pedoni tale da determinare il restringimento delle corsie ed obbligare così il rallentamento dei veicoli.

– Segnaletica aumentata, app. di sicurezza: waifiding. Il waifiding è un sistema multimediale che sfruttando il wifi ed i software della realtà aumentata permettono di fornire informazioni anche complesse in modo semplice. Il progetto prevede la fornitura di totem informativi dotati di schermo touch screen da allocarsi lungo i percorsi principali e la implementazione di una “app” dedicata in grado di fornire informazioni di carattere generale. Il sistema è destinato anche a migliorare la fruizione turistica.

PROGETTI PER IL POTENZIAMENTO DELLE PRESTAZIONI E DEI SERVIZI DI SCALA URBANA TRA I QUALI LO SVILUPPO DI PRATICHE DEL TERZO SETTORE E DEL SERVIZIO CIVILE, PER L’INCLUSIONE SOCIALE E LA REALIZZAZIONE DI NUOVI MODELLI DI WELLFARE METROPOLITANO E URBANO

-Riqualificazione e recupero per finalità sociali dell’immobile ex Orsoline da destinare ad ostello della gioventù ed attività culturali. L’immobile è di proprietà comunale e l’Amministrazione Comunale ha accolto con favore il progetto del proponente privato in relazione alla destinazione di progetto che si pone l’obbiettivo di offrire la ricettività turistica a basso costo.

– Recupero di un immobile di proprietà comunale da adibire a “Casa di quartiere” al servizio del quartiere Pacevecchia, in via Clino Ricci

– Progetto Sociale. Obiettivo del progetto è quello di migliorare la qualità della vita della popolazione beneventana.

PROGETTI PER LA MOBILITA’ SOSTENIBILE E L’ADEGUAMENTO DELLE INFRASTRUTTURE DESTINATE AI SERVIZI SOCIALI E CULTURALI, EDUCATIVI E DIDATTICI NONCHE’ ALLE ATTIVITA’ CULTURALI ED EDUCATIVE PROMOSSE DA SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI.

– Mobilità sostenibile: Terminal bus extraurbani- Stazione Centrale con parcheggio autovetture lunga sosta.

– Adeguamento degli immobili ex scuola Sannio sede di associazioni culturali e del volontariato sociale.

– Riqualificazione delle aree e spazi collettivi del lungo sabato Bacchelli.

– Riqualificazione degli impianti sportivi del rione ferrovia: scuola rugby e scuola pallacanestro Pala-Parente.

– Riqualificazione dell’impianto sportivo e polivalente. Rione Libertà.

– Riqualificazione dell’impianto sportivo e polivalente. Via Salvemini Rione Mellusi.