Gaetano Letizia ha segnato il gol della sicurezza a Livorno andando a suggellare un’altra grande prestazione e sicuramente il suo migliore campionato dove ha dimostrato di aver trovato la giusta maturità anche a livello difensivo. Felicissimo il veloce esterno di Scampia andato a rete un anno e un mese dopo, dodicesimo giallorosso a segno in questa stagione in una squadra che si può definire la cooperativa del gol. Felicissimo il giocatore. “Per ora non parliamo di fuga. Le somme si tirano a maggio. Noi per il momento dobbiamo continuare su questa strada senza distrazioni e andare avanti pensando alla partita di sabato prossimo al Vigorito contro il Frosinone, una squadra molto forte che ha battuto il Pescara. Dobbiamo stare sempre all’erta e non abbassare la guardia. A Livorno abbiamo vinto e siamo tutti felici ma era una partita complicata. Siamo partiti bene poi ultimo quarto d’ora ci siamo fermati. Dobbiamo stare attenti perchè contro le squadre pericolanti si corrono sempre grossi rischi. Nel secondo tempo abbiamo fatto male all’inizio, poi ci siamo aggiustati in difesa e non c’è stata più storia, chiudendo quasi in scioltezza. Consentitemi di dire che sono felice per queste vittorie che merita ampiamente il gruppo che lavora sodo. Chiaramente il nostro umore è alto, stiamo bene, scherziamo molto tra di noi. In campo ci aiutiamo anche quando sbagliamo. Questo è sicuramente uno dei nostri segreti. Non si vince coi nomi ma con il gruppo e lo stiamo dimostrando. In merito alle scaramanzie è vero, noi calciatori siamo tutti scaramantici, io ad esempio ho il rituale di chiamare la mia ragazza prima della partita e naturalmente oggi l’ho fatto”.