versus-851x315-720x260[1]Sabato 30 maggio, durante la quinta giornata di eventi a Versus – Festival internazionale del documentario di viaggio e del cammino, viene ribadito l’ampio ventaglio di iniziative legate al viaggio e un percorso che parte da lontano e prefigura nuovi orizzonti. A partire dalle ore 9.30 in Abbazia ci sarà proiezione dei documentari in concorso delle sezioni Routes (Corto Rurale) e Viaggio Doc (documentari di viaggio). Per i patiti dello sport, al Black Out Club il programma quotidiano Carmelo’s Cineteca, dedicato alle grandi storie dei campioni sportivi. Proiezione speciale fuori concorso per ‘Dal Profondo’ di Valentina Zucco Pedicini: alla giovane regista pugliese, autrice di un meritevole documento di impegno civile sul mondo della miniera, Versus consegnerà il premio Pier Paolo Pasolini, ideato dal direttore artistico Armin Viglione.

Proseguono i workshop ‘Viaggio nel cuore della tradizione’ (dedicato alle arti popolari di sartoria, cucina e cesteria), Facciamo la valigia (un laboratorio per bambini realizzato dall’Associazione Non più Leonia) e Il mestiere del videomaker di Antonello Carbone sui videoclip. Nella Pinacoteca Massimo Rao Dimitri Kolshokin è alle prese con il suo ciclo di incontri sul sapere Good Morning Filosofia; al Bar Cristal terzo appuntamento con il reading ‘Viaggio nel paese dei coppoloni’, che prelude all’incontro con Vinicio Capossela, posticipato a mercoledì 3 giugno. Dell’aspetto legato alla contemporaneità e al ‘transmediale’ si occupano Leandro Pisano e gli ideatori di Liminaria, un progetto di studio e ricerca sul campo orientato alla creazione di reti sostenibili dal punto di vista culturale, sociale ed economico nel territorio del Fortore beneventano. Gran finale con un musicista che racchiude il senso di Versus: Sandro Joyeux. Busker apprezzato in tutta Europa, musicista migrante autore del videoclip Elmando (con il regista rumeno Anton Octavian) che sarà proiettato prima del suo concerto, Joyeux propone un inebriante e inconfondibile afrofolk. 

Grazie alla varietà del programma e all’interpretazione ampia del concetto di viaggio, l’Associazione Europea delle Vie Francigene e l’Associazione Civita – che promuovono la V Edizione del Festival Collective Project Via Francigena 2015 – hanno menzionato Versus nel Festival Europeo delle Vie Francigene tra le iniziative legate alla promozione e valorizzazione dei territori attraversati dall’antico percorso.