Incontro ieri a Sant’Agata de’ Goti del Consigliere regionale Erasmo Mortaruolo con i Consiglieri comunali dei gruppi consiliari del Partito Democratico e “Dei Goti” sul futuro del Presidio Ospedaliero “Sant’Alfonso Maria de’ Liguori”. All’incontro hanno preso parte la Presidente della Federazione provinciale del Partito Democratico, Antonella Pepe; il Segretario cittadino del PD, Alfonso Maria di Caprio; il presidente cittadino Antonio Biscardi e l’ex primo cittadino, Carmine Valentino. Un incontro che è avvenuto proprio nel giorno del 12esimo anniversario dell’apertura del presidio ospedaliero di Sant’Agata de’ Goti.
Il Consigliere Mortaruolo, nel ribadire quanto affermato nei giorni scorsi sull’importanza delle risorse del PNRR e dunque degli interventi previsti (case di comunità, centrali operative e ospedali di comunità), ha sottolineato la necessità di evitare ogni palliativo ma di riprendere il percorso che, in sinergia con la Regione Campania e l’allora Amministrazione comunale guidata da Carmine Valentino, è stato perseguito per la struttura sanitaria del “Sant’Alfonso” che ha condotto al Decreto del Commissario ad Acta n. 41/2019.
Nel corso dell’incontro è stato ricordato come il Comune di Sant’Agata de’ Goti ottenne un importante risultato, sostenuto con fermezza dal Presidente De Luca, di mantenere l’apertura del “Sant’Alfonso” nell’unico modo che ne garantisse la riqualificazione e, quindi, il rilancio quali-quantitativo: la unificazione all’A.O. Rummo e la differenziazione dell’offerta sanitaria ospedaliera attraverso l’istituzione di una polarizzazione specialistica. Polo oncologico/specialistico che inevitabilmente sarà chiamato ad assumere un ruolo fortemente strategico nella cura delle patologie oncologiche data anche la vicinanza dell’area territoriale, ove localizzata la struttura di Sant’Agata dei Goti, a territori campani di altre provincie “martoriati” dalle patologie neoplastiche.
Per queste ragioni, è stato ribadito dal Consigliere regionale, Erasmo Mortaruolo e dalla Presidente del PD Sannio, Antonella Pepe che “il Sannio non può permettersi soluzioni parziali in materia di sanità. Sicuramente guardiamo con vivo interesse alle risorse del PNRR e alla programmazione regionale che permetteranno nei prossimi anni di ridisegnare completamente il nostro territorio, a partire proprio dalla sanità.
Ma dobbiamo ripartire da dove eravamo rimasti: dalla rimodulazione del DCA 103/2018 firmata dal Presidente De Luca che condensa il diritto di un territorio ad avere una sanità efficiente e qualificata ma anche tante battaglie portate avanti con tavoli tecnici, incontri con i cittadini e i Comitati, tavoli tecnici regionali e nazionali per riqualificare il presidio ospedaliero di Sant’Agata de’ Goti”.
Pertanto, il Consigliere Mortaruolo ha anticipato al circolo del Partito Democratico di Sant’Agata de’ Goti e ai consiglieri comunali dei gruppi consiliari del Pd e “Dei Goti”, di aver inoltrato al presidente della V Commissione regionale Sanità una richiesta urgente di audizione finalizzata all’attuazione del DCA 41/2019 per non disperdere l’enorme lavoro fatto in questi anni, condiviso anche dal comitato civico di allora ed oggi condotto anche dal fondamentale supporto dell’azione del Movimento Civico e dei cittadini, dando per scontato quello di tutte le istituzioni territoriali.