Il Benevento espugna 2-1 il “De Cristofaro” di Giugliano e si regala un’altra speranza nell’inseguimento al primo posto occupato dalla Juve Stabia. Le vespe restano lontanissime ma dovranno giocare due volte in trasferta nei prossimi due turni contro Foggia e Sorrento, impegni che potrebbero nascondere diverse insidie. In attesa dei gialloblu, la Strega intanto ha accorciato a 6 lunghezze la distanza dalla prima posizione, tenendosi al contempo a +4 sull’Avellino.

La gara di Giugliano era iniziata male per i colori giallorossi, considerato che al 28′ i padroni di casa erano riusciti a portarsi in vantaggio con Balde, bravo a battere Manfredini (Paleari ha dato forfait all’ultimo minuto). Dopo dieci minuti Benevento vicino al pareggio, ma Russo è bravo a opporsi a Starita dando modo ai suoi di chiudere la prima frazione in vantaggio.

Trascorso l’intervallo, il Benevento sembra rinvigorito e riesce a pareggiare. Passano soltanto quattro minuti quando Lanini raccoglie una respinta della difesa giuglianese e firma l’1-1. La Strega, sull’onda dell’entusiasmo, si getta in avanti e trova anche il pareggio. Fallo di mano in area di Caldore sul tiro di Ciciretti, calcio di rigore che proprio il fantasista romano trasforma. Nel finale il Benevento rischia tutto sommato poco. L’ultimo brivido è dato da una punizione di De Sena al 98′ respinta dalla barriera. Termina 2-1, la squadra di Auteri torna a vincere dopo il pari beffa interno con il Messina. Sabato 23 marzo il match interno contro il Monopoli.

Marcatori: 28′ Balde (G), 49′ Lanini (B), 53′ su rig. Ciciretti (B)

GIUGLIANO
Russo; Yabre (76′ Oyewale), Menna (75′ Barba), De Rosa (82′ De Sena), Salvemini, Giorgione (69′ Gladestony), Caldore, Cargnelutti, Ciuferri, Balde (69′ Di Dio), Maselli.
A disp.: Baldi, Rob Coprean, Scognamiglio, Berardocco, Boccia, Valdesi, Oviszach.
All. Valerio Bertotto

BENEVENTO
Manfredini; Karic (61′ Pinato), Improta, Simonetti, Starita (61′ Ciano), Terranova, Nardi, Pastina, Lanini (91′ Carfora), Capellini, Ciciretti (91′ Masciangelo).
A disp.: Nunziante, Benedetti, Meccariello, Kubica, Marotta, Ferrante, Agazzi, Rillo, Viscardi, Talia, Bolsius.
All. Gaetano Auteri

Ammoniti: Terranova (B), Giorgione (G), Cargnelutti (G), Barba (G), Ciano (B),

Arbitro: Stefano Nicolini di Brescia.
Assistenti: Franck Loic Nana Tchato di Aprilia e Marco Colaianni di Bari.
Quarto Ufficiale: Abdoulaye Diop di Treviglio.