Al Ciro Vigorito l’ennesima festa degli ultimi anni. Il Benevento batte soffrendo ed in inferiorità numerica la Juve Stabia e conquista la promozione in massima serie. Sarebbe bastato un pareggio, ma il Benevento che in questa stagione ci ha abituato ad esagerare ha vinto contro una ostica e bene organizzata Juve Stabia che ha onorato in pieno il derby. Un successo ancora più importante se si considera che Maggio e compagni hanno giocato in inferiorità numerica dal 24′ per l’espulsione ingenua di Caldirola reo di aver offeso un Marinelli particolarmente permaloso. Meritato il successo anche se nel corso del match c’è stato da soffrire con tutti i piani che sono saltati e Montipò ha dovuto compiere due autentiche prodezze per tenere ancora una volta la sua porta inviolata. Tra i migliori in casa giallorossa il finnico Hetemaj autentico padrone del centrocampo ed uomo ovunque, Schiattarella e quando è entrato Sau che ha realizzato un gol capolavoro dribblando in area con un sontuoso stop Tonucci e insaccando sotto alla traversa. Un gol che passerà alla storia. Nel Benevento ancora assente Viola alle prese con un infortunio al ginocchio. I sanniti raggiungono la promozione in serie A con sette giornate d’anticipo. A fine gara festeggiamenti sul campo nonostante la tristezza ed il paradosso delle porte chiuse.

Benevento-Juve Stabia 1-0

Benevento (4-3-2-1): Montipò; Maggio, Volta, Caldirola, Letizia; Del Pinto (26’ Tuia), Schiattarella, Hetemaj; Improta (80’ Barba), R. Insigne (69’ Tello), Hetemaj, Schiattarella, Moncini  Insigne, (69′ Tello), Improta, (80′ Barba); Moncini, (69’ Sau). A disp: Manfredini, Gori, Rillo, Kragl, Coda, Basit, Gyamfi, Di Serio. All. Inzaghi

Juve Stabia (4-3-1-2): Provedel; Vitiello, Fazio, Tonucci, Elia; Calvano (68′ Addae), Calò, (81′ Melara), Mallamo, (58′ Bifulco); Di Mariano (68’ Di Gennaro); Canotto, (81′ Rossi), Forte. A disp. Russo, Allievi, Izco, Troest, Mastalli, Mezavilla, Della Pietra. All. Caserta

Arbitro: Marinelli di Tivoli (Robilotta di Sala Consilina e Schirru di Nichelino) Quarto uomo Cascone di Nocera Inferiore

Rete: 71′ Sau

Note: Si è giocato a porte chiuse per le misure anti.covid. Espulso al 24′ per comportamento irriguardoso verso l’arbitro Caldirola. Ammoniti: Insigne, Volta, Tonucci, Vitiello