Due volte in vantaggio, due volte riacciuffato. Il Benevento parte bene a Marassi e conquista un calcio di rigore dopo soli quattro minuti per fallo di Radovanovic su Lapadula. Dal dischetto Viola non sbaglia e porta avanti i giallorossi, ripresi però dopo soli sei minuti da Pandev. Il macedone sfrutta un regalo di Barba e batte Montipò da pochi passi per l’uno a uno. Trascorrono soltanto quattro giri di orologio e Lapadula firma il 2-1 portando a compimento una grande azione personale dopo aver ricevuto un lancio perfetto di Viola. E’ il gol che illude il Benevento, nuovamente ripreso da Pandev al 21′. Stavolta l’attaccante rossoblu sfrutta un errore di Depaoli per rimettere in carreggiata il Grifone. Poco dopo la mezz’ora è Destro ad avere la chance del sorpasso ma Montipò in uscita gli sbarra la strada. Nella ripresa poche occasioni. Da una parte ci prova Badelj che si vede respingere il destro dal limite da Montipò, dall’altra è Gaich a provare il colpo di testa che si perde di poco a lato. Il Benevento si porta a quota 31 punti in classifica e domenica attende l’Udinese, sconfitto in casa dal Cagliari. I sardi vincendo alla Dacia Arena si sono portati a soli tre punti dalla Strega e sono tornati a credere fortemente nella salvezza. 

Marcatori:: 5′ Viola rig. (B), 11′ Pandev (G), 15′ Lapadula (B), 21′ Pandev (G)

GENOA

Perin; Criscito, Biraschi (78′ Goldaniga), Zajc, Pandev (71′ Pjaca), Strootman (78′ Behrami), Radovanovic, Destro (71′ Shomurodov), Badelj, Masiello, Zappacosta. 

A disp.: Marchetti, Paleari, Zapata, Scamacca, Ghiglione, Cassata, Rovella, Czyborra.

All.: Davide Ballardini

BENEVENTO

Montipò; Gaich (78′ Insigne R.), Lapadula (87′ Di Serio), Viola (87′ Schiattarella) , Tuia (35′ Caldirola), Glik, Improta, Depaoli, Ionita (78′ Dabo), Hetemaj, Barba.

A disp.: Manfredini, Lucatelli, Tello, Caprari, Iago Falque, Pastina. 

All.: Filippo Inzaghi

Ammoniti: 4′ Radovanovic (G), 29′ Strootman (G),  

ARBITRO: Sig. Luca Pairetto di Nichelino

Assistenti: Sigg. Di Vuolo e Palermo.

Quarto Uomo: Sig. Manganiello.

Var e Avar: Sigg. Mazzoleni e Ranghetti