protesta-lavoroPiù di 1500 persone erano presenti oggi al presidio organizzato dai lavoratori forestali presso la sede della Regione Campania. “E’ stata un’iniziativa partecipata, sentita e sofferta, perché i lavoratori e le loro famiglie aspettano gli stipendi da più di quindici mesi”, così Anna Rea, segretaria generale della Uil Campania, a proposito dell’iniziativa di oggi organizzata da CGIL CISL UIL Campania per ottenere risposte tempestive e sicure sul futuro dei lavoratori forestali della Campania.

“Ringraziamo Di Trapani – aggiunge Rea – per aver ricevuto le nostre delegazioni, ma c’è bisogno di più: i nostri lavoratori necessitano di risposte definitive e serie che ci auguriamo possano arrivare martedì 29 c.m. Quel giorno, difatti, ci aspettiamo che gli assessori si presentino col decreto già firmato comprensivo degli stipendi arretrati dei nostri lavoratori”.
Cgil, Cisl e Uil Campania hanno chiesto, infine, ai capigruppo del Consiglio regionale che si calendarizzino gli incontri per l’approvazione delle modifiche alla legge n. 11/1996 sulla forestazione, in modo da porre fine a un sistema frammentato che aggrava i costi e la gestione di un settore così importante per l’intera Campania.