del_basso_de_caro_umbertoIl Sottosegretario di Stato alle Infrastrutture e Trasporti on. Umberto Del Basso De Caro rende noto che sulla Gazzetta Ufficiale (Serie generale)  n.279 del 30 11.2015 è pubblicata: “La legge 29.11.2015, recante conversione, con modificazioni, del decreto legge 1.10.2015, n. 154, ‘Disposizioni urgenti in materia economico sociale’. All’articolo 3, il comma 1-bis – aggiunto in sede di conversione – prevede che per l’anno 2015, nel saldo valido ai fini del rispetto del patto di stabilità interno non sono considerate le  spese  sostenute dagli enti locali, a  valere  sull’avanzo  di  amministrazione  e  su risorse rivenienti dal ricorso al debito, per  far  fronte  ai  danni causati da eventi calamitosi verificatisi nell’anno 2015 per i  quali sia stato deliberato dal Consiglio dei ministri lo stato di emergenza prima della data di entrata in vigore della legge di conversione  del presente decreto. L’esclusione opera nel limite massimo  degli  spazi finanziari che residua dall’applicazione  del  comma  1.  Gli  enti locali comunicano, entro il termine perentorio del 10 dicembre  2015, alla Presidenza del  Consiglio  dei  ministri  –  Dipartimento  della protezione civile, secondo modalità individuate  e  pubblicate  nel sito internet istituzionale  del  medesimo  Dipartimento,  gli  spazi finanziari di cui necessitano per sostenere le spese di cui al  primo periodo. Gli enti  locali  beneficiari  dell’esclusione  e  l’importo dell’esclusione stessa sono individuati con  decreto  del  Presidente del Consiglio dei ministri, da emanare entro  il  16  dicembre  2015. Qualora  la  richiesta  complessiva  risulti  superiore  agli   spazi finanziari  disponibili,  gli  stessi  sono  attribuiti   agli   enti richiedenti in misura proporzionale alle rispettive richieste”.

Inoltre è pubblicata  la delibera del Consiglio dei Ministri del 6 novembre 2015, recante ‘Dichiarazione dello stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi metereologici che nei giorni dal 14 al 20 ottobre 2015 hanno colpito il territorio della regione Campania’. Nella stessa – vista la nota del Dipartimento della protezione civile del 29.10.2015 con la quale è stata rappresentata la necessità di fronteggiare le esigenze più immediate, a seguito dei predetti eventi, con un importo complessivo pari ad euro 38 milioni,  al comma 4 si prevede che: “Per l’attuazione dei primi interventi, nelle more della ricognizione in ordine agli effettivi ed indispensabili fabbisogni, è disposto un primo stanziamento di euro 30.000.000  a valere sul  Fondo per le emergenze nazionali di cui all’art. 5, comma 5-quinquies della legge 24 febbraio 1992, n. 225”.