Il progetto “Terra Buona Experience”  di Buonalbergo rappresenta il Sannio e la Campania nel festival europeo “Med Diet”

Traguardo internazionale per la cooperativa sociale “Start Fortore”, promotrice  di un intreccio sostenibile tra eco-gastronomia e turismo rurale con il progetto “Terra Buona Experience”, fondato su una originale forma di “land experience” che parte dal presidio di Buonalbergo e investe l’intero paesaggio fortorino. Assieme ad altri sette progetti di sviluppo delle aree interne, “Terra Buona” rappresenterà la Campania al “Med Diet Networking Festival”, nato dalla collaborazione di 7 nazioni e 13 partner. 

In programma fino a domani 28 maggio presso la Camera di Commercio di Siviglia, l’iniziativa coinvolge oltre 80 imprenditori, piccole e medie imprese, ong e organizzazioni governative al fine di dare impulso allo sviluppo delle economie locali attraverso la costruzione di reti transnazionali di salvaguardia e promozione dei valori, dei prodotti e dei paesaggi della Dieta Mediterranea.

Preliminare all’evento è stato il percorso di formazione e co-progettazione “Living Lab MD Net”, coordinato da Regione Campania, Scabec e Future Food Institute, strutturato in 20 lezioni con docenti internazionali e un “hackathon” finale dedicato alla selezione delle idee imprenditoriali da presentare al Festival di Siviglia e alla Fiera Internazionale della Dieta Mediterranea, che si terrà a Napoli il prossimo autunno.

«E’ stata un’esperienza formativa di grande rilievo – racconta Roberto Fiorino,. promotore di “Start Fortore” – che mi ha permesso di interfacciarmi con professionisti e docenti internazionali nell’ambito di un tema fortemente locale e allo stesso tempo di rilevanza globale».