controlliI Carabinieri della Compagnia di Benevento hanno eseguito un servizio di controllo del territorio, finalizzato a contrastare lo spaccio ed il consumo delle sostanze stupefacenti, in particolare durante la movida del fine settimana, nonché a limitare l’abuso di alcool soprattutto da parte dei giovani nei luoghi di aggregazione. Il servizio, che ha coinvolto personale del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia e delle stazioni Carabinieri di Pesco Sannita e Paduli, oltre ad interessare il capoluogo, si è esteso anche verso i comuni vicini.  Sono stati controllati diversi automezzi e identificate numerose persone con l’esecuzione di altrettanti controlli anche etilometrici, per la maggior parte negativi.

In particolare, in via dei Mulini, i militari hanno sorpreso un operaio 23enne incensurato, mentre guidava la sua autovettura in maniera serpentina. Immediatamente fermato, il giovane è stato sottoposto all’alcooltest, a seguito del quale è emerso che lo stesso era in forte stato di ebbrezza alcolica, per cui i Carabinieri hanno provveduto al sequestro dell’automobile, nonché all’immediato ritiro della patente di guida.

Nel centro abitato di Pesco Sannita, invece, i Carabinieri hanno fermato un giovane ragazzo beneventano di 23 anni che, alla vista della pattuglia, ha tentato di dileguarsi a piedi tra i vicoli del posto. Rapidamente raggiunto e fermato, il giovane, a seguito di perquisizione, è stato trovato in possesso di un involucro di cellophane contenente 3 grammi circa di hashish, rinvenuto nascosto dentro il suo portafoglio.  Condotto in caserma, al termine degli accertamenti, per il giovane è scattata la segnalazione alle Autorità competenti quale assuntore di sostanze stupefacenti. La droga, invece, è stata sequestrata.

A Paduli, i Carabinieri della locale stazione hanno invece fermato due uomini: un 58enne ed un 42enne, entrambi originari della provincia sannita, nullafacenti e pregiudicati. I due sono stati sorpresi in contrada Orticelli mentre si aggiravano, senza giustificato motivo, a bordo di un furgone tra alcune abitazioni isolate ivi ubicate. Fermati e condotti in caserma, i due uomini sono stati sottoposti ad accertamenti, a seguito dei quali è emerso che entrambi annoveravano precedenti giudiziari per varie tipologie di furto. Non essendo, inoltre, emersi ragionevoli motivi che potessero giustificare la loro presenza nel luogo dove sono stati fermati, i Carabinieri li hanno proposti per l’irrogazione del foglio di via obbligatorio dal comune di Paduli.