Non si può parlare di veri e propri intoppi, in quanto l’accordo tra Fabio Caserta e il Benevento è stato ormai raggiunto da tempo, ma di rallentamenti sì. Il tecnico calabrese infatti non riesce a trovare una soluzione con il Perugia, club a cui è legato attualmente da altri due anni di contratto. Dopo la promozione in B ottenuta nel campionato concluso da poche settimane, Caserta ha comunicato al presidente Santopadre di voler accettare la panchina del Benevento. Il patron umbro non avrebbe chiesto un indennizzo per risolvere il contratto ma avrebbe avanzato al tecnico la proposta di rinunciare ad alcune mensilità arretrate. E’ qui che Caserta ha storto il muso rallentando una vicenda che rischia di protrarsi ancora per giorni. Il Benevento, finora paziente, potrebbe iniziare a guardarsi intorno perché i giorni nel frattempo passano e perdere ulteriore tempo rischiando di non avere alcun piano B potrebbe essere un problema. Nelle prossime ore sono attesi sviluppi, in un senso o nell’altro.