“Non ci sentiamo più tranquilli dopo il pareggio con la Roma, il campionato è ancora lungo e ricco di insidie”. Nicolas Viola invita i suoi a non abbassare la guardia e ad essere ambiziosi in vista del derby contro il Napoli: “E’ una partita che si prepara da sola, in uno stadio prestigioso come il San Paolo che è oggi intitolato a un grande campione come Maradona. Dovremo avere massimo rispetto per gli avversari che sono abituati a competere per obiettivi ben più prestigiosi. Vincere il derby sarebbe la ciliegina sulla torta”, ha detto il dieci giallorosso ai microfoni di tuttomercatoweb.com. 

Secondo il centrocampista calabrese il Benevento non ha ancora espresso il suo meglio: “Abbiamo grandi margini di crescita, 25 punti non si fanno per caso e noi siamo stati bravi a farli. Se non metti in campo la cattiveria giusta non vai da nessuna parte, quanto fatto è esclusivamente merito del Benevento. Diremo la nostra e ci divertiremo fino alla fine”. 

In questo campionato per lui due gol: “Il sigillo su rigore contro il Torino è stato un momento bellissimo ma conservo anche il gol col Bologna perché mi mancava da tanto un gol su azione. Ciò che mi piace di questa squadra squadra è il gruppo. A volte i risultati arrivano a prescindere dall’affiatamento, ma quando trovi uno spogliatoio come quello del Benevento riesci a goderti ogni singolo istante. Il pianto di Foulon è la fotografia di un gruppo che ha voglia di stupire e festeggiare la salvezza. peccato non avere il pubblico al nostro fianco, per noi è sempre stato l’arma in più e la sua assenza ci fa male”.