SALERNO_01Domani si terrà a Napoli, alle ore 10.30, la presentazione della piattaforma SHARE (Scholarly Heritage and Access to Research). Si tratta di servizi informatici e documentari che consentiranno l’accesso ai servizi bibliotecari condivisi dalle Università degli Studi della Basilicata, di Napoli Federico II, di Napoli L’Orientale, di Napoli Parthenope, di Salerno e dell’Università del Sannio.
Una vera e propria multi biblioteca digitale che offrirà agli studenti, ai professori e ai ricercatori l’accesso ai cataloghi dei sistemi bibliotecari, all’informazione bibliografica e documentale relativa alle collezioni analogiche e digitali e alle piattaforme comuni per l’editoria digitale ad accesso aperto.
Coordinatore del progetto il professore Roberto Delle Donne dell’Università degli Studi di Napoli Federico II.
Referenti per l’Università del Sannio il professore Francesco Paolo Mancini e la dottoressa Loredana Cerrone.
Alla presentazione del 22 marzo interverranno i rettori delle università coinvolte, Simonetta Buttò, direttore dell’Istituto Centrale per il Catalogo Unico e Mauro Guerrini, ordinario dell’Università degli Studi di Firenze.
L´iniziativa nasce nell´ambito della Programmazione triennale 2013-2015: gli atenei hanno sottoscritto una Convenzione interuniversitaria e una Carta dei servizi bibliotecari e documentari volta a potenziare sia l’offerta di informazioni e documenti sia il supporto alla ricerca e alla didattica puntando sulla cooperazione interistituzionale.