Da martedì come noto sono ripresi gli allenamenti in casa rossoblu in questo momento dedicato alla pausa per le Nazionali. Ieri doppia seduta con i Vrenna e il ds Ursino a seguire con particolare attenzione il lavoro della squadra. A parlare di FcTv è stato l’attaccante Nwankwo Simy.

«E’ stato un mese un pò complicato per come era iniziato nel mese di ottobre. Un periodo però concluso con un riconoscimento quello come “Migliore calciatore AIC” rende soddisfatto me ma anche tutta la famiglia del Crotone Calcio».

Il Crotone dopo due sconfitte consecutive è tornato a vincere contro l’Ascoli occupando nuovamente la seconda posizione in classifica. Un avvio di stagione con dodici partite molto importanti.

«Era importante tornare a vincere il prima possibile per ridare fiducia alla squadra. Il gruppo sta facendo un buon lavoro, abbiamo perso due partite consecutive che secondo me non meritavamo di perdere, siamo stati sfortunati negli episodi in queste due partite ma come sempre dobbiamo cercare di rimediare dando continuità al lavoro svolto. La classifica? Siamo dove vogliamo stare, possiamo migliorare ma ora come ora non bisogna guardare la classifica perchè questo campionato è così equilibrato che la classifica ora conta veramente poco. Adesso nella nostra testa c’è solo la concentrazione e la voglia di cercare di vincere la prossima partita».

Negli avvii di stagioni la punta nigeriana non era mai stata in grado di realizzare così tanti gol nella prima parte di stagione, merito della continuità e dell’applicazione.

«E’ un bel inizio di campionato per me ma come detto prima sono riuscito a trovare la giusta continuità ma sopratutto un posto dove sto bene. Credo che i risultati siano frutto del lavoro e della tranquillità. Per un attaccante è sempre bello fare gol ma altrettanto importante e vedere la squadra vincere. Cercherò di mettermi sempre a disposizione della squadra ed essere utile».

Un Crotone che si disimpegna bene e che sembra essere la squadra che meglio si esprime sotto l’aspetto del bel gioco.

«Onestamente sono molto contento di quanto sta facendo la squadra. Il nostro obiettivo rimane la salvezza, non importa come giochiamo ma vogliamo vincere. Cercheremo sempre di portare avanti le idee di gioco del mister cercando di migliorarci ancora di più. Siamo da circa un anno con il mister e credo che ora la squadra conosca come voglia giocare»·

da il rossoblu.it