Continua a tenere banco in casa giallorossa il mercato. Per quanto riguarda le entrate in difesa la priorità è l’ex Alin Tosca. Il rumeno, jolly difensivo di assoluta garanzia sta giocando in Turchia ma vorrebbe tornare nel Sannio. “Stiamo vedendo se possiamo definire l’operazione con Foggia. Voglio ritornare. Il mio cuore è rimasto lì, a Benevento. Spero che lo facciamo. Se non sarà ora, in estate si deve chiudere”. Queste le eloquenti parole del giocatore pronunciate nella trasmissione Freesport su Labtv,  per il quale si sta provando a convincere il tecnico e la società a cederlo subito (a giugno sarà libero). Tosca è un mancino puro che conosce l’ambiente ma soprattutto arriverebbe con grande entusiasmo ed il presidente Vigorito lo stima anche come ragazzo. Nel caso in cui non dovesse andare in porto l’operazione con il rumeno l’alternativa potrebbe essere Vasco Regini della Sampdoria, ex compagno di squadra di Schiattarella alla Spal, contattato l’altra settimana e disponibile a venire nel Sannio. Ma la Samp per ora non lo molla vista l’emergenza in difesa. In attesa dell’acquisto di un difensore resta bloccata la cessione di Gyamfi che piace tantissimo al Trapani, pertanto per ora è tutto in stand by. Chiaramente per l’attacco con Moncini chiuso il binario arrivi visto che il Benevento potrebbe tenersi, e sarebbe una cosa saggia, Coda che tra l’altro per il momento non ha acquirenti disposti a fargli sottoscrivere un lauto triennale ed a pagare l’eventuale indennizzo ai sanniti. Vista anche la volontà del bomber di restare nel Sannio è molto probabile che concluda la stagione alla corte di Inzaghi pur senza prolungare anche se un avvicinamento tra le parti pare ci sia stato con la richiesta del giocatore di incontrare Vigorito, cosa che equivale ad una sorta di volontà di accantonare il suo manager, almeno così sembra. In uscita, invece, c’è il penultimo “immortale”, l’altro unico superstite è Ghigo Gori. Stiamo parlando di Lollo Del Pinto, ai margini del progetto che per giocare potrebbe accordarsi con il Cosenza con il quale sarebbe molto vicino e che ha avuto una timida richiesta anche dall’Ascoli.