photo grilliTempo fa in parlamento il Movimento 5 stelle ha fatto approvare un emendamento alla legge di stabilità 2014 grazie al quale i cittadini potranno destinare il proprio 8×1000 Irpef anche all’edilizia scolastica. Alle quattro tipologie esistenti, fame nel mondo, calamità naturali, assistenza ai rifugiati, conservazione dei beni culturali, è stata infatti aggiunta una quinta tipologia costituita dall’edilizia scolastica. Essa include la ristrutturazione, il miglioramento, la messa in sicurezza e l’efficientamento energetico degli immobili di proprietà pubblica adibiti all’istruzione scolastica.
Nei giorni scorsi a tutti i comuni della provincia, esclusi quelli dove erano state già presentate richieste analoghe, è stata inviata la seguente email in cui si invitavano le amministrazioni ad adoperarsi per presentare istanza al governo.

Nelle nota inviata dal Movimento 5 stelle, si legge: “Posto che le amministrazioni locali hanno tempo fino al 30 ottobre per presentare richiesta ed essere destinatari della ripartizione dell’otto per mille ai fini sopra descritti. Si chiede, pertanto, se la vostra amministrazione ha inoltrato tale richiesta. In caso contrario chiediamo, nell’interesse di tutti i cittadini, di farne immediata richiesta al governo in modo da ottenere l’ accesso ai fondi dell’otto per mille per l’adeguamento strutturale e l’efficientamento energetico degli edifici scolastici di propria competenza”.

Con tale iniziativa, dunque, il Movimento 5 stelle spera che le amministrazioni abbiano compreso l’importanza di questa possibilità ed adempiuto a questa richiesta che potrebbe favorire il reperimento di fondi necessari per intervenire sulla disastrata edilizia scolastica.