A Benevento cerca la continuità il tecnico del Perugia Massimo Oddo, consapevole di “affrontare una delle squadre più forti della serie B”. Il tecnico ha detto che “c’è la certezza di giocare su un campo difficile contro quella che è una delle squadre da battere e questo deve essere un incentivo, perché dobbiamo cercare di fare la nostra partita tenendo presente chi abbiamo davanti. Per fare qualcosa di importante deve emergere il gruppo e bisogna fare qualcosa in più dal punto di vista della corsa e della voglia, poi i valori tecnici li abbiamo anche noi, ma senza l’aspetto mentale giusto non si può pensare di fare una grande partita. Ad esempio nella gara di Empoli abbiamo avuto paura, cosa che non dobbiamo avere a Benevento. Qualcuno quella l’ha vista come la partita della presunzione, io invece l’ho vista come la partita del timore, allungandoci e prestando il fianco all’avversario. Al Vigorito mi aspetto una situazione diversa: ci deve essere la paura che ti da concentrazione, ma ci deve essere anche coraggio e consapevolezza”.

Per quanto concerne lo schieramento sembra quasi certo il passaggio dal 4-3-2-1 al 4-3-1-2 per fare spazio a Falcinelli davanti al fianco di Iemmello che il tecnico ha detto che sta finalmente bene. Proprio sull’ex Bologna e Crotone ci sono grandi speranze. Questa, dunque, la probabile formazione che vedrà Vicario tra i pali, la difesa partendo da destra Rosi, Gyomber, Falasco e Di Chiara a formare la linea a quattro. A centrocampo il centrale sarà il nazionale Carraro che avrà Falzerano a destra e l’intraprendente Kouan a sinistra. Sulla trequarti l’altro ex Buonaiuto e davanti la coppia Iemmello-Falcinelli. Tante le alternative in panchina che rispondono ai nomi di Dragomir, Sgarbi, Melchiorri, Capone, Fernandes. Sono 152 i biglietti acquistati dai supporters del Perugia per il settore ospiti (la prevendita è finita ieri sera alle 19).