Mister Inzaghi l’ha fatto capire chiaramente in conferenza stampa e naturalmente non era pretattica, che aveva tanti dubbi sulla formazione anti-Perugia. In effetti l’allenatore non ha ancora fatto le sue scelte, ma in base ad alcuni indizi ed orientamenti è possibile abbozzarla, fermo restando che lo schema sarà il solito 4-4-2 anche se l’allenatore ha detto che in settimana (allenamenti a porte chiuse) è stato provato il modulo con tre difensori centrali che potrebbe essere anche propedeutico ad un 3-4-1-2 auspicato da più parti e che garantirebbe migliore utilizzo di tutti i singoli. Ma eccoci al big match che sarà il primo di sei esami che attendono i giallorossi per verificare consistenza e solidità, ma soprattutto per confermare il primo posto sognando addirittura una mini-fuga anche grazie al calendario che strizza un occhio con ben quattro gare in programma al Vigorito nelle prossime sei. Vedremo.

Tornando alla formazione ci saranno delle novità a parte le assenze forzate dello squalificato Maggio e dell’infortunato Volta. La coppia centrale sarà formarata da Antei e Caldirola con Montipò tra i pali. Sarebbe stato un azzardo spostare Antei sulla fascia destra. Proprio sulla corsia destra ci potrebbe essere la novità di Tuia che dovrebbe essere preferito a Gyamfi. In pratica con l’ex granata potrebbe avere maggiore licenza di spingersi in avanti l’ottimo Letizia e questa potrebbe essere una variante tattica interessante ed inedita. A centrocampo Hetemaj e Viola confermatissimi, mentre sulle fasce ci sarà Insigne che tornerà da esterno dopo due gare giocate da seconda punta che di certo non è un ruolo congeniale anche se Inzaghi si è detto soddisfattissimo delle sue prestazioni, dall’altra parte Tello. Andrà in panchina Kragl che in queste settimane non si è allenato al meglio unitamente a Schiattarella assente dalla prima giornata. Infine in avanti con Coda che nella prossima settimana dovrebbe annunciare il prolungamento del contratto in giallorosso potrebbe tornare Sau che però non ha tutti i novanta minuti nelle gambe, pertanto è prevista una staffetta con Armenteros. Sulla carta si prevede una gara appassionante considerato che lo stesso Perugia ha nelle corde la trazione anteriore. Vedremo chi riuscirà a spuntarla…