Il Benevento anche se dovesse restare Coda, con o senza prolungamento del contratto, sul mercato acquisterà un altro attaccante per andare a completare il reparto offensivo dando la possibilità ad Inzaghi di avere a disposizione almeno tre elementi, oltre eventualmente a qualche giovane primavera in prestito. Inamovibile dunque Samuel Armenteros sul quale punta molto la società che crede nella sua definitiva consacrazione. Su Coda chiaro il discorso: cinque milioni di euro la cifra sulla quale trattare per la cessione oppure il giocatore può restare diventando libero di firmare con chiunque da gennaio in poi essendo a scadenza oppure prolungare con Foggia che ha proposto una sorta di spalmatura che per ora non starebbe bene al giocatore di Cava de’ Tirreni. Fallito Antenucci che domani sosterrà le visite mediche con il Bari al quale si legherà ufficialmente per tre stagioni, il nome che resta d’attualità è quello di Leonardo Mancuso in comproprietà tra Juventus che non vuole saperne di cederlo di nuovo in prestito ma solo a titolo definitivo e Pescara. Sul giocatore di Milano, 27 anni, stanno puntando anche Verona, Cremonese e Empoli. Del resto l’anno scorso ha avuto la sua definitiva consacrazione. L’asso nella manica del Benevento che sta cercando di continuare a lavorare sottotraccia potrebbe essere l’attaccante Pietro Iemmello rientrato dal prestito al Foggia che piace non poco al Pescara, con Sebastiani che sarebbe  in buoni rapporti con Vigorito anche per alcune problematiche legate alla Lega di B, che potrebbe prendere proprio l’ex foggiano senza percepire alcun emolumento per il cartellino di Mncuso e lo stesso Benevento che dovrebbe quindi trattare esclusivamente con la Juve l’indennizzo della metà del cartellino. Una ipotesi, tra le tante che si fanno in queste ore con il Benevento che ha lasciato intendere di voler fare degli inserimenti chirurgici ed evitare una girandola di nuovi arrivi, a meno che durante o dopo il ritiro Inzaghi non cambi opinione e decreti una serie di bocciature o riveda il modulo designato attualmente, che è il 4-3-1-2. Per l’attacco, comunque, ci sono, con difficoltà varie di trattative, anche altri candidati che potrebbero essere gli ex Puscas e Ceravolo, Moreo del Palermo vecchio pallino di Inzaghi a Venezia, Destro, Tumminello, Vido, lo stesso Moncini che però Vagnati ha blindato per il momento e Donnarumma ipotesi suggestiva ma che pare complicata perchè il giocatore sarebbe di nuovo vicino al Brescia. Vedremo nelle prossime ore.