concorsiNovembre mese di grandi concorsi. Sono usciti infatti due tra i bandi più attesi degli ultimi anni, che serviranno per selezionare ed assumere 800 Assistenti Giudiziari nelle strutture periferiche del Ministero della Giustizia e 250 Vigili del Fuoco nelle caserme di tutta Italia.
Il “concorsone” annunciato a luglio dal guardasigilli Andrea Orlando non usciva dal 1997; dopo quasi un ventennio e alla luce di una grave carenza negli organici delle cancellerie, è ora di una nuova maxi-selezione, aperta a diplomati di scuola superiore senza altri particolari requisiti. Le domande di partecipazione possono essere inoltrate entro il 22 dicembre direttamente dal sito istituzionale www.giustizia.it.
Ancora non è dato conoscere le sedi di destinazione dei futuri vincitori; di certo si sa però che la graduatoria finale resterà valida anche nel prossimo futuro, e questo significa concrete possibilità di “ripescaggio” degli idonei non vincitori che si trovassero ben piazzati. Visti gli altissimi costi di concorsi così importanti, è infatti interesse delle stesse amministrazioni pubbliche di potersi avvalere di bacini di candidati già selezionati e pronti per l’assunzione.

Analoga prospettiva offre il concorso per vigili del fuoco, che non usciva dal 2008. In questo caso i posti da assegnare immediatamente sono 250, ma la realtà potrebbe essere ben diversa. Dall’ultimo concorso bandito nel 2008 (814 i posti in palio) ad oggi, sono stati migliaia i pompieri assunti perché ripescati via via dalla graduatoria degli idonei. Ecco perché partecipare è importante; i requisiti di accesso sono minimi (licenza media ed efficienza fisica) ma occorre prepararsi a sostenere la prova a quiz, la prova motorio-attitudinale e il colloquio finale. Per inoltrare la domanda di partecipazione al concorso dal portale https://concorsi.vigilfuoco.it c’è tempo fino al 15 dicembre.

Per maggiori informazioni si può contattare la divisione Concorsi di Scuola la Tecnica 
www.scuolalatecnica.it