Nella tarda serata di ieri, un incendio è divampato all’interno di uno dei capannoni dello Stir di Casalduni dove vi sono i rifiuti tritovagliati. Sul posto i vigili del fuoco, con due autobotti, dal distaccamento di San Marco dei Cavoti e dal comando provinciale che stanno cercando di spegnere il rogoancora sul posto. L’impianto è chiuso da agosto dello scorso anno dopo un maxi rogo. Sul posto anche il sindaco di Casalduni, Pasquale Iacovella e il sindaco di Fragneto Monforte Luigi Facchino.

Pasquale Maglione, deputato e portavoce del M5S, in una nota stampa affronta la questione dello Stir: “Ho seguito e sto seguendo con attenzione le vicende dello STIR di Casalduni che ieri sera è stato interessato da un nuovo incendio.
Il Presidente dell’ATO, Pasquale Iacovella, con il quale ieri ho avuto un contatto telefonico mi ha rassicurato che già in tarda serata, grazie all’intervento dei Vigili del Fuoco, la situazione era sotto controllo.
Sarà necessario chiarire la natura dell’incendio ma resta ancora attuale la problematica della sicurezza del sito, criticità condivisa anche dai Sindaci di Casalduni e Fragneto.
A tal proposito scriverò al Prefetto per chiedere di considerare la possibilità di interessare l’esercito per il controllo dell’area, in conformità anche con l’indirizzo del Ministro Costa.