incendioUn incendio di grosse dimensioni,  divampatosi il 24 agosto scorso, ha  ridotto in cenere due capannoni, una trattrice ed alcuni attrezzi agricoli di una nota azienda agricola alla contrada Toppo Santo in agro del Comune di Circello.

A seguito delle indagini svolte dagli uomini del Corpo Forestale dello Stato, intervenuti per far luce su quanto accaduto,  è stato individuato l’autore del reato che è stato ora di fatto deferito all’Autorità Giudiziaria, ai sensi degli artt. 423 e 449 c.p.

Il fuoco, trattato con imperizia, è stato lasciato incustodito, nella convinzione che la combustione fosse ormai terminata. L’aumento delle temperature e la presenza di forte vento hanno favorito la ripresa dell’incendio che, senza controllo, si è esteso alla vegetazione circostante, fino a raggiungere i capannoni posti a brevissima distanza. La presenza di materiale vegetale altamente infiammabile all’interno dei capannoni ha ulteriormente favorito il propagarsi delle fiamme.  Altresì, le indagini del Corpo Forestale dello Stato hanno  permesso d’individuare le cause  del rogo  e determinare, come innanzi specificato, gli atti giudiziari  di rito.