Quattro sconfitte consecutive e terz’ultimo posto. E’ un momento delicatissimo per il Cosenza, specie dopo la bruciante sconfitta dell’Adriatico di Pescara. Rossoblu prima in vantaggio, poi addirittura la rimonta del Delfino, un rigore sbagliato e la vittoria dei padroni di casa al minuto 95. La società ha sempre puntato al massimo sul tecnico di Grosseto, ma al momento ci sono delle riflessioni in corso. Non sono attesi sviluppi per questa settimana, ma la gara di domenica col Benevento potrebbe essere quella decisiva per il futuro dell’allenatore. Un appuntamento da dentro o fuori contro la capolista sannita, reduce dal pareggio interno nel derby con la Salernitana. Discorso complicato anche per la situazione degli indisponibili. Saranno squalificati Perina, Kanoute e Sciaudone ed inoltre Riviere e Prezioso non stanno bene. Il Cosenza punta in particolare sul grande momento di forma dell’ex giallorosso Raul Asencio che nelle due partite disputate con i calabresi ha segnato altrettanti gol ed è stato il migliore in campo. Un giocatore questo sul quale credevano molto Vigorito e Foggia ma che nel Sannio è stato letteralmente destabilizzato dall’ex Bucchi, inspiegabilmente.