Il Benevento si aggiudica la sfida con il Foggia e colleziona il decimo risultato utile consecutivo. Al Vigorito decisivo un gol di Lanini all’undicesimo minuto del secondo tempo. Basta un lampo alla Strega per sbarazzarsi di un avversario ostico, che nella prima frazione aveva rischiato in almeno tre circostanze di portarsi in vantaggio con Millico, Santaniello e Schenetti. Dopo una prima frazione avara di buone sensazioni, il Benevento rientra in campo con lo spirito giusto, motivato a indirizzare la gara verso una vittoria che gli consente di proseguire l’inseguimento alla Juve Stabia (ora distante quattro punti, ma giocherà lunedì con la Casertana). L’azione che porta alla rete decisiva di Lanini è caparbia: Pinato serve Improta sulla fascia destra, Lanini si muove sul filo del fuorigioco e raccoglie l’assist depositando il pallone alle spalle di Perina. Nel finale, complici i cambi che alleggeriscono la muscolatura della Strega, si rischia grosso. Ma per fortuna la conclusione a colpo sicuro di Millico nel finale viene respinta da Berra. Finisce 1-0 per i giallorossi, che trascorreranno almeno due notti a -4 dalla capolista Juve Stabia.

Marcatori: 55′ Lanini (B)

BENEVENTO
Paleari; Pinato (85′ Viscardi), Improta, Simonetti, Berra, Terranova, Nardi, Lanini (61′ Carfora), Capellini, Bolsius (61′ Marotta), Ciciretti (56′ Ciano).
A disp.: Nunziante, Manfredini, Benedetti, Masciangelo, Karic, Kubica, Ferrante, Agazzi, Rillo, Starita, Talia.
All. Gaetano Auteri

FOGGIA
Perina; Silvestro (83′ Gagliano), Schenetti (83′ Di Noia), Millico, Riccardi, Odjer (11′ Marino), Papazov, Tascone (71′ Rolando), Vezzoni, Salines, Santaniello.
A disp.: De Simone, Nobile, Castaldi, Tenkorang, Martini, Tonin, Antonacci, Manneh, , , Brancato.
All. Mirko Cudini

Ammoniti: Salines (F), Marotta (B), Pinato (B), Ciano (B), Millico (F)

Arbitro: Roberto Lovison di Padova.
Assistenti: Davide Conti di Seregno e Michele Decorato di Cosenza.
Quarto Ufficiale: Alberto Ruben Arena di Torre del Greco.