Di aggettivi nuovi ormai è difficile trovarli. Questo Benevento è davvero una meraviglia. Ed allora diciamo che i giallorossi sanno soltanto vincere e scrivere dopo ogni giornata nuovi record di questo campionato di serie B destinato a passare alla storia. Anche a porte chiuse e con una formazione nuovamente rimaneggiata il verdetto è stato identico. La serie A è solo una formalità e continuando con questa media è probabile che addirittura si possa festeggiare il 4 aprile nel derby interno con la Juve Stabia quando almeno virtualmente dovrebbero essere riaperte le porte al pubblico. Pensate dopo stasera i sanniti a 10 giornate dalla fine vantano la bellezza di 22 punti di vantaggio sul Frosinone che è terzo. In pratica bastano 8 punti. Ci fermiamo così e onestamente la superstizione può anche essere messa nel cassetto. Ennesima vittoria di Maggio e compagni che hanno vendicato alla perfezione l’unica sconfitta del torneo, con gli adriatici che a dire il vero sono apparsi davvero poca cosa. Restituito lo stesso risultato.

Nel Pescara si sono contati ben 14 assenti, mentre il Benevento oltre allo squalificato Letizia ha dovuto rinunciare a Viola che non è andato nemmeno in panchina e Caldirola. Inzaghi ha varato di nuovo il 4-4-2. Queste le azioni dei gol con gli stregoni che dopo mezzora già avevano fatto il tris. La sblocca al 16′ ancora lui, Roberto Insigne con un sinistro vellutato sul palo più lontano di Fiorillo su assist di Sau. Al 20′ lo stesso Insigne ricambia il favore all’attaccante sardo gli serve un assist centrale con Sau che insacca alla destra di Fiorillo. Poi al 32′ fa festa anche Moncini che di testa sul secondo palo concretizza un cross dalla sinistra di Improta. Al 72′ Insigne ancora assist-men, serve un bellissimo pallone per Improta che viene messo a tu per tu con Fiorillo e senza problemi firma il poker.

Benevento-Pescara 4-0

Benevento (4-4-2): Montipò; Maggio, Volta, Tuia, Barba; Insigne, (73′ Kragl), Del Pinto, (83′ Basit), Schiattarella, Improta; Sau, (65′ Hetemaj), Moncini. A disp.: Manfredini, Gori, Rillo, Caldirola, Coda, Pastina, Di Serio. All. Inzaghi 

Pescara (3-5-2): Fiorillo; Bettella, Campagnaro, Marafini, (81′ Diambo); Masciangelo, Memushaj, Bruno, (59′ Melegoni), Clemenza, Crecco; Galano, Borrelli, (70′ Maniero). A disp.: Alastra, Farelli, Pavone, Scognamiglio, Bojinov, Forte. All. Legrottaglie

Arbitro:  Rapuano di Rimini (Rossi di La Spezia e Dei Giudici di Latina). Quarto uomo Natilla di Molfetta

Reti: 16′ Insigne, 20′ Sau, 32′ Moncini, 71′ Improta

Note: Si è giocato a porte chiuse per il provvedimento governativo a causa del coronavirus. Esordio in serie B per Basit del Benevento, Marafini e Diambo del Pescara. Ammoniti: Volta, Maggio