Telese Terme, MunicipioDa una nota stampa apprendiamo che il ‘Comitato Civico Telese Terme’ ha scritto al ministro dell’Interno Angelino Alfano ed al prefetto di Benevento Paola Galeone per chiedere chiarimenti in merito al commissariamento del centro termale.

In particolare il ‘Comitato Civico’ intende conoscere “Le esigenze tecnico organizzative in forza delle quali, oltre al commissario prefettizio, sono stati nominati due sub commissari, con evidente aggravio di spese a totale carico del bilancio comunale. Intende sapere, inoltre, per quale ragione il funzionario prefettizio delegato, in sede di espletamento delle operazioni di verificazione, ha sospeso i lavori pur avendo già acquisito dal Tribunale di Benevento i plichi contenenti le schede al fine di contarle”.

“Sia nel primo che nel secondo caso – prosegue il Comitato nelle missive – siamo dinanzi ad un evidente aggravamento dell’azione amministrativa, del tutto sproporzionato rispetto alle dimensioni dell’ente locale e alla chiarezza lessicale e logica dell’ordinanza del Consiglio di Stato. Siamo mossi dalla preoccupazione che la dilatazione della gestione commissariale, sia dal punto di vista meramente temporale che dal punto di vista del concreto esercizio delle funzioni oltre i confini dell’ordinaria amministrazione, possa indebolire il primato della politica e della democrazia e possa alimentare, fino a renderlo cronico e patologico, il clima da campagna elettorale, con evidente danno al tessuto sociale cittadino”.

Come si ricorderà, il Tar aveva di fatto sciolto il Consiglio comunale del centro termale ed annullato le elezioni di maggio 2015, accogliendo il ricordo proposto da Telese Bene Comune e Telese Riparte contro la vittoria di Pasquale Carofano e del suo gruppo, Vince Telese. A ciò è seguito poi il ricorso al Consiglio di Stato presentato dallo stesso ex primo cittadino che aveva lo scorso 28 gennaio disposto la verifica delle schede, dei votanti e degli aventi diritto al voto senza però concedere la sospensiva e posticipato al 19 maggio ogni decisione.