mediateca_vandaliNella notte ignoti sono entrati nella struttura che a Benevento, precisamente al rione Libertà, ospita la mediateca,devastandola. Bruciati nel seminterrato anche poltrone e arredi. Secondo quanto si apprende, i vandali sono entrati dagli ingressi al piano superiore dei locali per poi raggiungere il livello interrato, dove hanno distrutto ogni cosa: scaffali, mobili, divani ed impianto elettrico. Durante la devastazione i malviventi hanno anche trovato il tempo di mangiare una pizza, bere e fumare marijuana. Ingenti i danni causati per un’area, la neo inaugurata ‘Spina Verde’, che dovrebbe diventare il fiore all’occhiello del quartiere e un simbolo di rinascita e riqualificazione urbana. Una volta lanciato l’allarme, con i locali ancora invasi dal fumo, sul posto sono intervenuti gli agenti della Squadra Mobile, i colleghi della Polizia Scientifica e la Polizia Municipale. Al vaglio degli inquirenti ci sono ora le immagini delle telecamere di videosorveglianza, presenti in zona e nel parco pubblico, per dare un volto ai teppisti e, si spera, anche una punizione esemplare.

Una ferma condanna a quanto è accaduto è giunta dall’Amministrazione comunale di Benevento e dal sindaco Mastella, momentaneamente fuori sede per impegni istituzionali, ma prontamente informato della brutta vicenda. Anche l’associazione ‘Io x Benevento’ e il Comitato di Quartiere Rione Libertà ‘Democrazia, Legalità e Libertà’ stigmatizzano il comportamento di alcuni vandali che ledono l’immagine del Quartiere ed esortano il Comune ad affrontare la questione seriamente. “Alla vigilia dell’inaugurazione – scrivono – avevamo espresso i nostri dubbi all’allora sindaco Pepe, in quanto più volte abbiamo potuto registrare diversi episodi di vandalismo in città ma il sindaco, allora, volle inaugurare le strutture della Spina Verde senza nemmeno provvedere al collaudo e senza garantire una adeguata gestione delle stesse”. La Uil Avellino/Benevento – scrive Bosco – condanna, senza mezzi termini, gli autori degli atti vandalici che hanno danneggiato la Mediateca del rione Libertà, realizzata all’interno della Spina Verde. “Ci auguriamo che questa banda di vandali venga assicurata presto alla giustizia. Il deturpamento di un bene pubblico è un atto di una ferocia morale inaudita. Un gesto, perpetrato da mani ignote, di grave inciviltà che non colpisce soltanto i beni vilmente deturpati, ma che offende, soprattutto, la coscienza collettiva di una Comunità che ha fatto della civiltà il valore fondante della Città. Chiediamo, quindi, alle autorità preposte di potenziare il sistema di vigilanza nei pressi dell’area colpita, al fine di prevenire nuovi atti di delinquenza comune, che minano il senso civico dei cittadini beneventani”.